“SEYMOUR – AN INTRODUCTION”: ETHAN HAWKE CELEBRA BERNSTEIN

Una lettera d’amore alla musica. Si può definire così Seymour – An Introduction diretto da un regista d’eccezione, Ethan Hawke. L’attore che presto vedremo ne I magnifici sette ha realizzato un toccante ritratto di Seymour Bernstein, l’acclamato pianista statunitense ritiratosi dalle scene per amore di una vita normale dedicata alla musica e al suo insegnamento. Il documentario sarà trasmesso in Italia in esclusiva e in prima visione su Sky Arte HD il 20 maggio alle 21.10.

Il film di Hawke celebra la scelta controcorrente di Bernstein che nel 1977, non ancora cinquantenne, si è ritirò dalla sua fiorente carriera concertistica. Una decisione di cui il musicista non si è mai pentito ma che lasciò a bocca aperta molti addetti ai lavori. Innamoratosi del pianoforte ad appena sei anni, Seymour a quindici già insegnava a studenti particolarmente dotati. Dopo il suo esordio con la Chicago Symphony Orchestra nel 1969, l’uomo ricevette l’elogio delle riviste di settore e dal New York Times: tutti lo consideravano un virtuoso di grande talento della musica classica. Ma fu proprio la sua seconda grande passione, quella per l’insegnamento, oltre che il paralizzante panico da palcoscenico ad indurlo ad allontanarsi dai riflettori.

Uscito in America a marzo 2015, Seymour – An Introduction è stato presentato al Telluride Film Festival 2014 e al New York Film Festival 2014 e candidato al Premio del Pubblico per il Miglior Documentario al Toronto Film Festival nello stesso anno. Raccontando la vita di un artista che vive all’insegna dell’amore per la musica, Hawke porta sul grande schermo una riflessione sulla pazienza, sulla determinazione, sulla concentrazione e sulla titanica devozione che servono per fare della propria arte e del proprio talento una vera professione.

 

Nessun Articolo da visualizzare