VENEZIA 2015: DEMME E COSTANZO PRESIDENTI DI GIURIA, MULLAN APRIRÀ LA SETTIMANA DELLA CRITICA

A pochi giorni dall’annuncio del film che aprirà la 72. Mostra del Cinema di Venezia, sono stati comunicati i film della 30. Settimana Internazionale della Critica e i presidenti di giuria della sezione Orizzonti e del premio Luigi De Laurentiis

Saverio Costanzo
Saverio Costanzo

La 72. Mostra del Cinema di Venezia (2 – 12 settembre) sta cominciando a svelare i primi film e i primi nomi. Infatti, dopo l’annuncio di Everest come pellicola d’apertura, sono stati rivelati i film della Settimana Internazionale della Critica e i presidenti di giuria della sezione Orizzonti e per il Premio Venezia Opera Prima ”Luigi De Laurentiis” – Leone del Futuro. Nello specifico, il regista internazionale Jonathan Demme, insieme a cinque personalità non ancora rivelate, presiederà la giuria della categoria Orizzonti, mentre Saverio Costanzo, affiancato da altre cinque figure, assegnerà il premio ”Luigi De Laurentiis” – Leone del Futuro, che consiste in un riconoscimento di 100mila dollari, suddivisi con il regista e il produttore dell’opera prima vincitrice, donati dalla Filmauro di Aurelio e Luigi De Laurentiis.

Jonathan Demme
Jonathan Demme

Sia Jonathan Demme che Saverio Costanzo conoscono molto bene il Lido di Venezia: Demme, infatti, oltre aver diretto il capolavoro Il Silenzio degli Innocenti e aver vinto l’Oscar nel 1993 con Philadelphia, si è affacciato alla Mostra per la prima volta nel 1980 con Una volta ho incontrato un miliardario e, recentemente, con I’m Caroline Parker: the Good, the Bad and the Beautiful, nel 2011, e tre anni fa con il documentario fuori concorso Enzo Avitabile Music Life. Saverio Costanzo, invece, ha partecipato alla 67. Mostra del Cinema di Venezia con La Solitudine dei Numeri Primi e lo scorso anno con Hungry Hearts, vincendo entrambe le Coppe Volpi, andate rispettivamente a Alba Rohrwacher e Adam Driver.

Peter Mullan
Peter Mullan

Per quanto riguarda la 30. Settimana Internazionale della Critica, ci sarà un Premio Speciale alla Miglior Opera Prima che si è contraddistinta nelle scorse edizioni e andrà a Peter Mullan per il suo Orphans che, nel 1998, si mostrò al Lido prima di vincere il Leone d’Oro per Magdalene. Orphans, tra l’altro, verrà proiettata come pellicola d’apertura. Come pre-apertura è stato scelto invece Jia (The Family), diretto da Liu Shumin, mentre come film di chiusura ci sarà l’italiano Bagnoli Jungle di Antonio Capuano. I film in concorso, poi, sono sette: Ana Yurdu (Madrepatria) di Senem Tuzen, Banat (Il Viaggio) diretto da Adriano Valerio, Kalo Pothi (La Gallina Nera) di Min Bahadur Bham, Light Years di Esther May, Montanha (Montagna) diretto da Joao Salaviza, The Return di Green Zeng e Tanna, firmato da Martin Butler e Bentley Dean.

Le sette opere che concorreranno al Premio Venezia Opera Prima ”Luigi De Laurentis” – Leone del Futuro, inseriti nel programma della 30. Settimana Internazionale della Critica, potranno vincere il Premio del Pubblico Pietro Barzisa – 30. Settimana Internazionale della Critica, equivalente a 5mila euro offerti dal Circolo del Cinema di Verona.

Damiano Panattoni

Nessun Articolo da visualizzare