Angelina Jolie torna dietro la macchina da presa con un biopic

Sarà il terzo film di guerra diretto dalla Jolie.

Dopo aver avuto già esperienze da regista tre anni fa con “Per primo hanno ucciso mio padre” (che venne selezionato per rappresentare la Cambogia ai premi Oscar 2018 nella categoria per il miglior film in lingua straniera), Angelina Jolie sarà di nuovo dietro la macchina da presa per portare sullo schermo la vita di Don McCullin con il biopic “Unreasonable Behaviour“.

Il film narrerà la storia del famoso fotografo di guerra e sarà prodotto, tra i tanti, anche da Tom Hardy.

Seguiremo il percorso dell’uomo, dalla povertà ad alcune delle più pericolose zone di guerra di tutto il mondo.

Angelina Jolie ha dichiarato: “Sono onorata di avere questa opportunità: trasformare la vita di Don McCullin in un film. Sono rimasta attirata dalla sua combinazione unica di mancanza di paura e umanità. Il suo totale impegno nell’assistere alla verità della guerra e la sua empatia e rispetto per chi soffre a causa delle conseguenze dei conflitti. Speriamo di realizzare un film che sia intransigente come le fotografie di Don raccontando l’ascesa e la fine di un’epoca unica nel giornalismo“.

Questo è il terzo film di guerra diretto dalla Jolie: ricordiamo Nella terra del sangue e del miele(guerra in Bosnia ed Erzegovina) e Unbroken (Seconda guerra mondiale).

McCullin stesso ha aggiunto: “Avendo visto l’ultimo film di Angelina sulla Cambogia, e avendo trascorso così tanto tempo laggiù durante la guerra, sono rimasto molto colpito dalla sua rappresentazione così potente e accurata del luogo in quel momento. Con lei mi sento in mani sicure, capaci e professionali.”