Box office di Pasqua, vince Ready Player One. Ma è record negativo

ready player one

Con oltre 11 milioni di italiani in viaggio per Pasqua, era facile prevedere una contrazione di presenze al cinema. Così è stato e nel fine settimana, fra giovedì 29 marzo e domenica 1 aprile, i biglietti staccati sono stati 1,1 milioni, record negativo dall’inizio dell’anno. Tuttavia ciò non ha impedito a Ready Player One di ottenere all’esordio un buon risultato al box office, con un incasso di 1,8 milioni di euro con 577 copie in programmazione. Il film di Spielberg ha fatto segnare la migliore media schermo, con oltre 3 mila euro. Solo altri due film, per restare alla media schermo, hanno superato nel fine settimana quota 2 mila euro: sono Il sole a mezzanotte, il cui andamento continua ad essere galoppante e, alla seconda settimana di programmazione, è arrivato a 2,2 milioni e la novità Tonya, che, con 277 copie, ha totalizzato 616 mila euro.

Box office di Pasqua, vince Ready Player One. Ma è record negativo

In termini assoluti, fra le novità ha fatto meglio Contromano, che, nel primo week end di programmazione, ha rastrellato 721 euro, ma gli schermi occupati erano 382. Il film di Albanese ha battuto il diretto concorrente, l’altra commedia italiana Io c’è, che, uscito in contemporanea con una copia in più, si è fermato a 598 mila euro. La concentrazione di commedie nazionali ha penalizzato sia Una festa esagerata, che Metti la nonna in freezer: rispetto alla scorsa settimana entrambi i film hanno perduto più della metà degli spettatori. Il film di Salemme, dopo due settimane, è a quota 1,5 milioni, quello con Fabio De Luigi, alla terza settimana, è arrivato a 3 milioni.

Nessun Articolo da visualizzare