Venezia 75, tutte le star e il programma completo della Mostra del Cinema

Tre italiani in concorso, Luca Guadagnino con Suspiria, Mario Martone con Capri-Revolution e Roberto Minervini con What you gonna do when the world’s on fire?, e poi anche i nuovi film dei fratelli Coen, Paul Greengrass, Damien Chazelle e star come Ryan Gosling, Mel Gibson, Jake Gyllenhaal, Natalie Portman, Jude Law: è ricchissimo il programma della 75. Mostra del Cinema di Venezia (29 agosto – 8 settembre 2018), presentato a Roma dal presidente della Biennale di Venezia, Paolo Baratta, e il direttore della Mostra del cinema, Alberto Barbera.

Oltre ai già annunciati Leoni d’Oro alla carriera che saranno assegnati David Cronenberg e Vanessa Redgrave, è stato confermato che Il primo Uomo con Ryan Gosling sarà il film di apertura della rassegna. «Ci sarà spazio per il cinema di genere, i grandi autori ma anche talenti esordienti», ha rivelato Alberto Barbera. Tra i primi film italiani in programma a Venezia75 nella nuova sezione Sconfini (ex Cinema nel Giardino): Il ragazzo più felice del mondo di Gipi , Arrivederci Saigon, documentario di Wilma Labate e Il banchiere anarchico di Giulio Base.

Alessandro Borghi

Ad aprire la sezione Orizzonti sarà Sulla mia pelle di Alessio Cremonini protagonisti Alessandro Borghi, Jasmine Trinca e Max Tortora. Il film racconta il complesso caso della morte di Stefano Cucchi. Anna Foglietta è invece il volto simbolo di Un giorno all’improvviso, opera in concorso che segna l’esordio alla regia di Ciro D’Emilio.

Nella stessa sezione troveremo La profezia dell’armadillo, diretto da Emanuele Scaringi con Simone Liberati, Pietro Castellitto e Laura Morante. Il film è tratto dalla graphic novel di Zero Calcare. Per quanto riguarda invece il Fuori Concorso l’evento speciale sarà la prima mondiale di The Other Side of The Wind che conclude un lavoro iniziato da Orson Welles più di 40 anni fa. Da non perdere poi la proiezione delle prime due puntate dell’attesissima serie L’amica geniale di Saverio Costanzo.

L'amica geniale

Fuori concorso a Venezia 75 ci sarà Una storia senza nome di Roberto Andò con Micaela Ramazzotti, Renato Carpentieri e Alessandro Gassmann sul misterioso furto della Natività di Caravaggio, che il regista ci racconta in anteprima su Ciak in edicola da venerdì. Al Lido vedremo anche I Villeggianti, il film semiautobiografico diretto da Valeria Bruni Tedeschi. Bradley Cooper ci sorprenderà come regista e cantante in A star is born, al suo fianco un’inedita Lady Gaga. Mel Gibson e Vince Vough sbarcheranno al Lido con Dragged Across Concrete.

A star is born

Come già anticipato Il primo uomo di Damien Chazelle con Ryan Gosling e Claire Foy sarà il film di apertura di Venezia 75. Tra gli altri film in Concorso: The Mountain di Rick Alverson con Tye Sheridan e Jeff Goldblum; Doubles Vie firmato da Olivier Assayas; The sisters brothers western europeo con Joaquin Phoenix; i fratelli Coen dirigono l’orginale The Ballad of Buster Scruggs, Natalie Portman e Jude Law sono i protagonisti di Vox Lux; Alfonso Cuaron porta l’opera autobiografica Roma; Paul Greengrass presenta 22 july che racconta gli attentati di Oslo; imperdibile il Suspiria di Luca Guadagnino; Werh Ohne Autor di Florian Henckel von Donnersmarck; Jennifer Kent firma The Nightingale; The Favourite è il film storico di Yorgos Lanthimos; Peterloo di Mike Leigh; Mario Martone presenta Capri-Revolution; il documentario What you gonna do when the world’s on fire? di Roberto Minervini che racconta il razzismo negli Usa; l’atteso Napszallta (Sunset) di Laszlo Nemes; Freres Ennemis diretto da David Oelhoffen; Nuestro Tiempo di Carlos Reygadas; At eternity’s gate con Willem Dafoe nei panni di Vincent Van Gogh per la regia di Julian Shanbel e Zan (Killing) Shinya Tsukamoto.

VENEZIA 75, TUTTI I FILM IN CONCORSO:

First Man, di Damien Chazelle
The Mountain, di Rick Alverson
Doubles Vies, di Olivier Assayas
The Sisters Brother, di Jacques Audiard
The Ballad of Buster Scruggs, di Ethan Coen e Joel Coen
Vox Lux, di Brady Corbet
Roma, di Alfoso Cuarón
22 July, di Paul Greengrass
Suspiria, di Luca Guadagnino
Werk Ohne Autor (Opera Senza Autore), di Florian Henckel Von Donnersmarck
The Nightingale, di Jennifer Kent
The Favourite, di Yorgos Lanthimos
Peterloo, di Mike Leigh
Capri-Revolution, di Mario Martone
What you gonna do when the world’s on fire?, di Roberto Minervini
Napszállta (Sunset), di László Nemes
Frères Ennemis, di David Oelhoffen
Nuestro Tiempo, di Carlos Reygadas
At Eternity’s Gate, Julian Schnabel
Acusada, di Gonzalo Tobal
Zan (Killing), di Shinya Tsukamoto

FUORI CONCORSO:

A Star is Born – Bradley Cooper

Mi obra maestra – Gaston Duprat

The other side of the wind – Orson Welles (evento speciale)

They’ll love me when I’m dead – Morgan Neville (evento speciale)

L’amica geniale – Saverio Costanzo

Il diario di Angela – noi due cineasti – Yervant Gianikian

A letter to a friend in Gaza – Amos Gitai

Aquarela – Victor Kossakovsy

El pepe – Una vida suprema – Emir Kusturica

Process – Sergei Lonitsa

Carmine street guitar – Ron Mann

Isis tomorrow. The lost souls of Mosul – Francesca Mannocchi e Alessio Romenzi

American Dharma – Errol Morris

Introduzione all’oscuro – Gaston Solnicki

1938 diversi – Giorgio Treves

Your face – Tsai Ming-Liang

Monrovia, Indiana – Frederick Wiseman

Una storia senza nome – Roberto Andò

Les Estivants – Valeria Bruni Tedeschi

A tramway in Gerusalem – Amos Gitai

Un peuple et son roi – Pierre Shoeller

La quietud – Pablo Trapero

Shadow – Zhang Yimou

Dragged Across concrete – S. Craig Zahler

ORIZZONTI:

Sulla mia pelle – Alessio Cremonini

Manta Ray – Phuttiphong Aroonpheing

Soni – Ivan Ayr

The river – Emir Baigazin

La noche de 12 anos – Alvaro Brechner

Deslembro – Flavia Castro

The announcement – Mahmut Fazil Coskun

Un giorno all’improvviso – Ciro D’Emilio

Charlie Says – Mary Harron

Amanda – Mikhael Hers

The day I lost my shadow – Soudade Kaadan

L’Enkas – Sarah Marx

The man who surprised everyone – Merkulova

Memories of my body – Garin Nugroho

As I Lay dying – Mostafa Sayyari

La profezia dell’Armadillo – Emanuele Scaringi

Stripped – Yaron Shani

Jinpa – Pema Tseden

Tel Aviv on fire – Sameh Zoa

VENEZIA CLASSICI:

Essi vivono – John Carpenter

Il portiere di notte – Liliana Cavani

La città nuda – Jules Dassin

Brick and Mirror – Ebrahim Golestan

La strada della vergogna – Kenji Mizoguchi

Il posto – Ermanno Olmi

L’anno scorso a Marienbad – Alain Resnais

Il luogo senza limiti – Arturo Ripstein

Desideri nel sole – Jacques Rozier

L’ascesa – Larisa Shepitko

Contratto per uccidere – Don Siegel

I gangsters – Robert Siodmak

La notte di San Lorenzo – Paolo e Vittorio Taviani

La volpe folle – Tomu Uchida

Morte a Venezia – Luchino Visconti

Nulla sul serio – William A. Wellman

A qualcuno piace caldo – Billy Wilder

VENEZIA CLASSICI – DOCUMENTARI:

The Great Buster – Peter Bogdanovich

Woman making film: a new road movie through cinema – Mark Cousin

Humberto Mauro – André di mauro

Living the light – Robby Muller – Claire Pijman

24/25 il fotogramma in più – Rolandi e Pontiggia

Nice girls don’t stay for breakfast – Bruce Webber

Friedkin Uncut – Francesco Zippel

SCONFINI:

Blood Kin – Ramin Bahrani

Il banchiere anarchico – Giulio Base

Il ragazzo più felice del mondo – Gipi

Arrivederci Saigon – Wilma Labate

Tree of Life (extedend cut) – Terrence Malick

L’heure de la sortie – Sébastien Marnier

Magi Lantern – Amin Naderi

Camorra – Francesco Patierno

Nessun Articolo da visualizzare