Da Cannes al Lido, più che ipotesi e anticipazioni sui film di Venezia

Grandi titoli nei rumors raccolti dal Daily di Screen International.

A general view of the Palazzo del Cinema at the Lido during the 76th annual Venice International Film Festival, in Venice, Italy, 27 August 2019. The festival runs from 28 August to 07 September. ANSA/CLAUDIO ONORATI

Annette di Leos Carax ha ufficialmente aperto il Festival di Cannes, attualmente in corso tra restrizioni e grandi aspettative, eppure molta dell’attenzione sulla Croisette è rivolta verso i nostri lidi. Uno in particolare, il Lido di Venezia, dove tra circa otto settimane si svolgerà la 78. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica organizzata dalla Biennale e diretta da Alberto Barbera.

Cannes 2021, Adam Driver e Marion Cotillard nel film d’apertura ‘Annette’

Chiacchiere e rumors si intrecciano con le conferme già annunciate, e ci si interroga su quale potrebbe essere il programma di Venezia e quali grandi titoli e star saprà offrire. A fare il punto un’interessante sintesi di Jeremy Kay, che sulla prima pagina del Daily di Screen International ricorda la sicura presenza del Dune di Denis Villeneuve e va oltre.

Dune sarà presentato in prima mondiale a Venezia 78

Ipotizzando la presenza del thriller di Guillermo del Toro Nightmare Alley, con Cate Blanchett, Toni Collette e Bradley Cooper, che se pronto al momento giusto riporterebbe al Palazzo del Cinema il Leone d’Oro del 2017 (per La forma dell’acqua).

E dando per certo il The Power Of The Dog di Jane Campion, con Benedict Cumberbatch, Jesse Plemons, Kirsten Dunst e Thomasin McKenzie. A pesare, l’assenza del film Netflix proprio a Cannes, dove la regista avesse vinto la Palma d’oro (unica donna a riuscirci, per quanto ex aequo con Addio mia concubina di Chen Kaig).

Madres Paralelas, fine delle riprese e prime immagini dal set di Pedro Almodóvar

Un altro ritorno potrebbe essere quello di Pedro Almodovar, il cui Madres Paralelas sarà nelle sale spagnole proprio in settembre, il 10, perfettamente in linea con le date della Mostra, in programma tra l’1 e l’11 dello stesso mese. L’esperienza di Human Voice dell’anno scorso pare esser stata talmente positiva, che potremmo ritrovare il manchego al Lido a concorrere per il Leone d’Oro, magari con Penelope Cruz e Antonio Banderas.

Alcune fonti danno inoltre È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino (sempre Netflix) destinato alla Selezione Ufficiale, come anche Mona Lisa And The Blood Moon di Ana Lily Amirpour, con Kate Hudson, e Spencer di Pablo Larrain, con Kristen Stewart nei panni della principessa Diana.

Nessun Articolo da visualizzare