30 ANNI DI GHOSTBUSTERS: TUTTI I SEGRETI DI UN CULT

In occasione dei 30 anni dall’uscita in sala del mitico film di Ivan Reitman, l’8 ottobre arriva un’inedita edizione Blu-ray di Ghostbusters – Acchiappafantasmi e Ghostbusters 2, restaurati e rimasterizzati in 4k. I festeggiamenti per l’anniversario, però, continuano. Ecco tutte le curiosità di un film diventato immediatamente un cult

 

Il mitico Ghostbusters-Acchiappafantasmi compie 30 anni: il 7 giugno 1984 compariva per la prima volta su uno schermo a Hollywood, e il 21 novembre dello stesso anno debuttava nelle sale italiane. In attesa che il terzo episodio prenda finalmente il via, anche l’Italia lo festeggia con una serie di iniziative organizzate da Nexo Digital, Universal Pictures Italia, Live Theatre e Sony Music Italia. Noi di Ciak, intanto, vi sveliamo tutte le curiosità della fanta-comedy più famosa degli anni ’80.

I Ghostbusters con al centro il regista Ivan Reitman
I Ghostbusters con al centro il regista Ivan Reitman

Inizialmente Ivan Reitman voleva realizzare un libero adattamento del romanzo Guida galattica per autostoppisti di Douglas Adams con Dan Aykroyd protagonista. Aykroyd, da sempre appassionato di fenomeni paranormali, propose invece di trasformare la trasposizione di Guida galattica in una storia di cacciatori di fantasmi ambientata nel futuro. La sua storia, bella e articolata, prevedeva la presenza di creature mostruose, macchine volanti e squadre di acchiappafantasmi sparse in tutto il mondo. C’era, però, anche un grosso problema: il budget. La Columbia Pictures non era disposta a spendere più di 30 milioni di dollari e per fare il film che Aykroyd aveva in mente i soldi non erano sufficienti. Per superare l’impasse venne chiamato Harold Ramis che, insieme ad Aykroyd, ritoccò la storia qua e là in modo da rientrare nei 30 milioni del budget e ritagliò per se il ruolo dell’algido Egon Spengler. Il ruolo di Peter Venkman fu scritto per John Belushi ma la sua prematura morte per overdose rese necessario il recast. Dopo aver considerato Steve Guttenberg (scelto poi per interpretare Carey Mahoney in Scuola di polizia) e Michael Keaton, Aykroyd suggerì il nome dell’amico Bill Murray che conosceva fin dai tempi del Second Comedy. Murray accettò in cambio della promessa dello studio di ricevere i finanziamenti necessari per fare il remake di Il filo del rasoio (film drammatico scritto e interpretato da Murray che fu però un flop commerciale). GhostbustersEddie Murphy e John Candy furono contattati per interpretare i ruoli rispettivamente di Winston Zeddemore e Louis Tully. Il primo rifiutò perché trovò più conveniente fare il protagonista in Beverly Hills Cop, mentre il secondo entrò in contrasto con Reitman che non intendeva assecondare alcune sue idee riguardanti la caratterizzazione del personaggio di Louis. I loro posti furono presi da Ernie Hudson e Rick Moranis. Il successo della pellicola fu tale (maggior incasso della stagione con 295 milioni di dollari complessivi) da rendere “obbligatorio” un sequel (Ghostbusters 2 del 1989) e una serie animata (The Real Ghostbusters). La mitica auto degli acchiappafantasmi, la Ecto-1, era una limo Cadillac del ’59 convertita in ambulanza da una ditta specializzata. E Slimer, il fantasmino verde simbolo del franchise, fu creato da Aykroyd come omaggio all’amico scomparso John Belushi.

Ecco i prossimi eventi del Ghostbusters Fest:

8 ottobre: uscita del Blu-ray in edizione inedita che comprende Ghostbusters – Acchiappafantasmi e Ghostbusters 2 restaurati e rimasterizzati in 4k

30 ottobre-2 novembre, Lucca Comics & Games: il fan club ufficiale Ghostbusters Italia organizza uno speciale “Corso per diventare Acchiappafantasmi” (con relativo attestato da “Ghostbusters”!)

18 e il 19 novembre: Ghostbusters torna al cinema in versione restaurata e digitalizzata 4K

                                                                                                                         Daniele Pugliese