BOX OFFICE USA: “THE MARTIAN” RITORNA IN TESTA, FLOP PER VIN DIESEL

Fine settimana con tante sorprese in negativo al botteghino a stelle e strisce. Nessuna delle nuove uscite (The Last Witch Hunter, Paranormal Activity: The Ghost Dimension, Jem and the Holograms e Rock the Kasbah), infatti, è riuscita a imporsi al Box Office nella maniera sperata dagli Studios e così il “vecchio” Sopravvissuto-The Martian ritorna al primo posto con 15.9 milioni di dollari (166.3 casalinghi e 384 in tutto il mondo).
In seconda posizione Piccoli Brividi incassa 15.5 milioni e si porta a 43.7 totali. Stabile in terza piazza Il Ponte delle Spie. L’ultima fatica di Steven Spielberg perde solo il 26% rispetto alla settimana scorsa e porta a casa altri 11.3 milioni di dollari (32.5 milioni globali). Sia per Piccoli brividi (costato 58 milioni) che per Il Ponte delle Spie (costato 40 milioni) saranno comunque decisivi gli incassi internazionali per decretarne il successo o l’insuccesso.
Esordio da dimenticare per The Last Witch Hunter-L’Ultimo Cacciatore di Streghe. L’action-fantasy con Vin Diesel (costato 90 milioni di dollari) non riesce ad andare al di là della quarta posizione con 10.8 milioni (24 worldwide). Praticamente impossibile, a questo punto, che il film abbia un sequel. Mantiene la quinta posizione Hotel Transylvania 2 con 9 milioni (quasi 150 casalinghi e 315 in tutto il mondo). Al sesto posto Paranormal Activity:The Ghost Dimension. Il capitolo numero 6 della Paranormal Activity series incassa, nonostante l’aggiunta del 3D, solo 8.2 milioni di dollari (Il segnato, nel gennaio del 2014, aveva debuttato con 18 milioni) ma con la miglior media per sala della top-ten (4.950 dollari). A salvare l’ultimo episodio della saga horror creata da Oren Peli dal flop sono ancora una volta i costi contenuti (10 milioni) e il mercato estero dove ha già raccolto 18 milioni. Dopo due settimane in limited release, Steve Jobs esce in quasi 2500 sale ma incassa molto meno del previsto: 7.2 milioni (9 totali). Ottavo posto per Crimson Peak. L’horror di Guillermo del Toro non ce l’ha fatta a risalire la china e con i 5.5 milioni del weekend si porta a 22 milioni casalinghi e quasi 50 in tutto il mondo (il budget di 55 milioni difficilmente verrà recuperato). Chiudono la classifica Lo stagista inaspettato (3.8 milioni nel week, 64.7 totali e 155 worldwide) e Sicario (2.9 milioni e 40 globali).
Clamorosamente non sono riusciti ad entrare neanche in top-ten Rock the Kasbah (il nuovo film di Barry Levinson con Bill Murray è tredicesimo con un incasso di 1 milione e mezzo di dollari) e Jem and the Holograms (quindicesimo con 1.3 milioni). Chiudiamo con il Back to the Future Day. La mitica trilogia di Robert Zemeckis è tornata al cinema lo scorso 21 ottobre (in 1.815 sale) incassando 1.6 milioni di dollari.

Daniele Pugliese

Nessun Articolo da visualizzare