John Boyega vuole 007 con Steve McQueen alla regia

Una serie di interviste incrociate hanno rilanciato la candidatura dell'attore protagonista della trilogia sequel di Guerre Stellari

john boyega 007

John Boyega ha lanciato la sua candidatura per essere il prossimo James Bond. Una volata lanciata da lontano, per l’esattezza da Letitia Wright, anche lei tra le protagoniste della serie diretta da Steve McQueen. Wright è una delle attiviste dell’episodio Mangrove, mentre il Finn della nuova trilogia di Guerre Stellari e il fulcro di Red, White and Blue.

Durante una recente intervista è stato chiesto all’attrice quale tra i suoi colleghi Daniel Kaluuya, con cui ha diviso la scena in Black Panther, e John Boyega potrebbe essere il miglior 007.

Direi Boyega, anche perché so che gli piacerebbe molto, sapete?” ha risposto Wright. “Daniel è più una persona a cui piace stare lontano dai riflettori, potrebbe essere senz’altro 007, ma si sentirebbe troppo esposto. Ma John, lui sarebbe semplicemente yeah!

L’entusiasta endorsement è stato riportato a Boyega durante un’altra intervista e lui stesso ha costruito l’assetto produttivo di Bond 26.

Assolutamente sì e con Steve McQueen alla regia, facciamolo!” ha commentato. “Potremmo davvero fare qualcosa di completamente diverso, mantenendo intatto lo spirito di James Bond”.

Vediamo se alla EON Pictures Barbara Broccoli troverà l’ipotesi interessante. In effetti sia Boyega che McQueen sono britannici, come tradizione impone, e avere un premio Oscar, oltre che artista di fama mondiale e molto amato dall’establishment culturale inglese a ogni livello, potrebbe essere una mossa strategica importante per il franchise, che dovrà di fatto ripartire un’altra volta da capo.

Infatti, nel mentre la preoccupazione maggiore resta quella di congedare con i dovuti onori Daniel Craig, portando finalmente sul grande schermo No Time to Die, l’ultima avventura di 007, la quinta, interpretata dall’attore britannico.

L’appuntamento è fissato per il 2 aprile 2021, sperando che tutto proceda per il meglio. Nel frattempo John Boyega, e tutti i suoi diretti concorrenti, avranno tempo di continuare ad allenarsi per dire al meglio la fatidica frase.

“Il mio nome è Bond, James Bond”.

Nessun Articolo da visualizzare