Tully, Charlize Theron e il peso della maternità

TULLY

Charlize Theron aveva vinto un’Oscar a 29 anni col film Monster, ingrassando di 14 chili per trasformarsi in una serial killer che non aveva proprio niente della femme fatale, anche se la regista era Patty Jenkins, oggi diventata famosa con Wonder Woman. Per Tully (in sala dal 28 giugno) i chili sono invece diventati addirittura 23, in circa tre mesi, è non è stato per niente divertente, anche perché c’è voluto un anno e mezzo per smaltirli tutti: «Ho mangiato così tanti cibi industriali preconfezionati e bevuto così tanto zucchero, che per la prima volta in vita mia ho sperimentato cosa significhi la parola depressione. Utile per l’attrice, perché il mio personaggio in Tully ne doveva soffrire, ma assolutamente spiazzante per l’essere umano Charlize» (che oltretutto veniva da un film, Atomica Bionda, in cui doveva essere in super forma fisica per i tanti combattimenti di arti marziali).

Tully

Qui è Marlo, che non riesce a superare la crisi post parto della nascita del terzo figlio e combatte con mancanza di sonno, irritabilità, paranoia, sensi di colpa, finché non incontra Tully, giovane baby sitter, quasi troppo perfetta per essere vera. Siccome il film è stato scritto da Diablo Cody e diretto da Jason Reitman, la stessa coppia di Juno (con protagonista Ellen Page) e di Young Adult (con la stessa Charlize) siamo in una dramedy, in cui non tutto è quello che sembra, e niente è semplice e lineare. Fondamentale il personaggio della baby sitter notturna, una Mary Poppins hipster, che permette a Marlo di recuperare sonno, ma anche chiacchiere fra donne, stimoli sessuali e di ricordarsi di quello che era e perché il marito, oggi distratto, la amava.

TULLYLa interpreta la canadese Mackenzie Davis, 31 anni, già etichettata con l’impegnativo titolo di “star di domani”. È stata in Sopravvissuto – The Martian, Blade Runner 2049, e ha
finito The Turning, una versione moderna del romanzo Il giro di vite di Henry James, prodotto da Steven Spielberg e diretto da Floria Sigismondi. E a breve sarà in Terminator 6, ennesimo reboot della serie, insieme agli attori originali Arnold Schwarzenegger e Linda Hamilton. Diablo Cody a fine giugno compie i fatidici 40 anni, stessa età di Jason Reitman, mentre Charlize Theron ne farà 43 ad agosto. Per cui considerano Tully, presentato al Sundance Film Festival, il loro film “per adulti”, poiché affronta il dietro le quinte spesso
trascurato dei problemi collaterali, fisici e mentali, legati al diventare genitori. Tutti e tre sanno di cosa si parla, visto che Diablo l’ha scritto proprio dopo aver avuto il suo terzo figlio in sette anni, mentre Jason ha una figlia e Charlize due adottivi. «Probabilmente la nostra
prossima collaborazione verterà sulla psicologia dei pensionati», scherza la sceneggiatrice.

Marco Giovannini

Nessun Articolo da visualizzare