The Outlaws, Christopher Walken distrugge un’opera di Banksy

Durante le riprese l'attore dipinge sopra un originale dello street artist.

Che si segua il mondo dell’arte o meno, il nome di Banksy è uno di quelli che fa ormai parte della nostra cultura e dell’immaginario collettivo. Anche grazie a opere di street art come quella che Christopher Walken ha appena distrutto sul set della miniserie BBC The Outlaws.

Un rappresentante della stesso network britannico lo ha confermato con queste parole:

“Possiamo confermare che l’opera d’arte in The Outlaws era un Banksy originale e che Christopher Walken ha dipinto su quell’opera d’arte durante le riprese della scena, finendo per distruggerla”.

Lo si vede nelle immagini, che ritraggono l’attore nell’atto di imbiancare il muro su cui era disegnato uno dei caratteristici topi del misterioso artista. Un’opera che lo stesso Banksy aveva realizzato nella sua città natale, a Bristol, dove si svolgevano le riprese.

Qualcosa che si sposa perfettamente con la filosofia dello street artist, spesso in controtendenza con un mercato – quello dell’arte – del quale inevitabilmente fa parte anche lui. Ma nel quale continua a volersi sentire una sorta di fuorilegge, un ‘Outlaw‘ appunto.

L’uomo che rubò Banksy: una storia incredibile tra arte, profitto e libertà

Nei sei episodi di The Outlaws, scritto e diretto da Stephen Merchant, anche Walken è un componente di un gruppo di criminali minori costretti a ristrutturare un edificio nell’ambito di un programma di servizi alla comunità. E proprio nell’episodio conclusivo il suo personaggio scopre il topo di Banksy e due bombolette spray dietro alcune assi di legno, chiedendo al proprio supervisore se dipingerci sopra o meno. Questi, distrattamente, gli intima di continuare il suo lavoro, senza vedere di cosa si parli, cosa che il personaggio fa, distruggendo l’opera.

Nessun Articolo da visualizzare