COME AMMAZZARE IL CAPO 2

Horrible Bosses 2 Usa, 2014 Regia Sean Anders Interpreti Jason Bateman, Jason Sudeikis, Charlie Day, Jennifer Aniston, Kevin Spacey, Jamie Fox, Chris Pine, Christoph Waltz Sceneggiatura Sean Anders, John Morris Produzione Chris Bender, John Morris, Brett Ratner, John Rickard, Jay Stern Distribuzione Warner Durata 1h e 48′

In sala dall’

8 gennaio

Questa volta sono decisi a mettersi in proprio, Nick, Dale e Kurt. Hanno creato una doccia speciale e innovativa, hanno solo bisogno di chi li sponsorizzi finanziariamente. Peccato che l’entusiasta magnate Bert Hanson si riveli poco dopo per quel che è, uno sfrontato squalo del mondo degli affari che con un contratto trappola li estromette dall’impresa. Vendetta tremenda vendetta dunque, ma come? Forse sequestrando il di lui arrogante figlio Rex e chiedendo un riscatto…

Secondo capitolo di una precedente “riuscitina” commedia, Horrible Bosses 2 ricicla i toni del precedente capitolo – il brivido del pensiero sconveniente e inconfessato che si fa azione, ovvero il crimine, un umorismo al limite dello scorretto, dell’irriverente e del demenziale, sempre però badando a non superare i limite della morale americana e creare così qualche imprevisto corto circuito etico o ideologico – e anche alcuni personaggi reduci dello stesso, come la sessuomane dottoressa Jennifer Aniston (che ha “vinto” il premio come peggior immagine femminile in un film), il criminale da bar Jamie Foxx e il perfido affarista Kevin Spacey (che peraltro, almeno con la voce originale, e in sole due apparizioni eclissa il resto della troupe). A parte delle trivialità da liceali mal cresciuti e qualche ben ritmato bisticcio a più interpreti, Sean Anders non si distacca dal compitino ino ino, per una resa standard tutta nella traccia della precedente regia di Seth Gordon che se la cavava meglio. E sì che oltre ai protagonisti che paiono divertirsi molto (il trio Bateman, Sudeikis e Day) e alle citate star, il cast vanta anche due nomi in gran spolvero in queste ultime stagioni: Chris Pine, che peraltro non sfigura nei panni di un emerito bastardo e Christoph Waltz, al contrario evidentemente poco a suo agio. Insomma tre attori Oscarizzati (Foxx, Spacey e Waltz, questi ultimi per due volte!) per un prodotto di assai scarso impegno (nel senso di ideazione, produzione e recitazione).

Massimo Lastrucci

Nessun Articolo da visualizzare