BOX OFFICE USA: “MAN IN THE DARK” SPODESTA “SUICIDE SQUAD”

Il caldissimo agosto americano si chiude con una sorpresa: Man in the Dark batte Suicide Squad e si prende la testa del botteghino Usa. Il thriller-horror del talentuoso Fede Alvarez (La Casa) ha smentito le previsioni degli analisti (che avevano fissato in 18-19 milioni l’incasso dei primi tre giorni di programmazione) e ha chiuso il weekend d’esordio con 26.1 milioni di dollari (28 totali). Per la Sony/Screen Gems si tratta già di un grande risultato (il budget del film ammonta a 9.9 milioni di dollari) e per Alvarez si prospetta un futuro roseo in stile James Wan.

Piccolissima delusione per Suicide Squad che sperava di concludere al vertice un mese che l’ha visto trionfare per tre weekend consecutivi. Il cinecomic di David Ayer si è assicurato la seconda posizione con 12.1 milioni e 282.8 totali. In tutto il mondo, invece, sono 635 i milioni incassati per una pellicola che ha avuto un costo complessivo di 250-300 milioni (marketing incluso). Terzo posto per Kubo e la Spada Magica che incassa 7.9 milioni e sale a 24.9 casalinghi (27.6 complessivi). Giù dal podio il film d’animazione Rated R Sausage Party con 7.6 milioni di dollari (80 totali). A metà classifica troviamo l’altra new entry della settimana: Mechanic-Resurrection. Per il film con Jason Statham (sequel di Professione Assassino del 2011) debutto sottotono da 7.5 milioni (il budget del film si aggira sui 40 milioni). Sesto posto per Il Drago Invisibile con 7.2 milioni, 54 casalinghi e 76 worldwide (c’è ancora parecchia strada da fare per recuperare i 65 milioni del budget).

Trafficanti perde 4 posizioni e dalla settima piazza incassa 7.2 milioni (27 totali e 42 in tutto il mondo). Conferma l’ottavo posto Bad Moms con 5.7 milioni e 95 casalinghi (124 worldwide). Nelle ultime due posizioni della top-ten troviamo, rispettivamente, Jason Bourne (5.2 milioni, 149 totali e quasi 350 internazionali) e Ben-Hur (4.5 milioni, 19.5 casalinghi e 41 globali). L’insuccesso di questo nuovo adattamento del romanzo Lew Wallace è ormai palese (il film di Timur Bekmambetov dovrebbe raggiungere i 250 milioni per pareggiare i costi) e gli analisti stimano una perdita finale per la MGM e Paramount di 50-70 milioni di dollori.