Edgar Wright: “Andare a vedere ‘Seven’ al primo appuntamento non fu una grande idea”

Ad Empire il giovane Edgar Wright, regista di film come Baby Driver e la Trilogia del Cornetto (Shawn of the Dead, Hot Fuzz, The World’s End) ha parlato un po’ della sua esperienza con la sala cinematografica.

Tra i tanti aneddoti, segnaliamo quello più divertente che vede il regista coinvolto in un primo appuntamento romantico “rovinato” da David Fincher.

Wright ha così ricordato la pessima idea avuta quando per questo primo appuntamento portò la ragazza a vedere Seven, il thriller con Brad Pitt e Morgan Freeman del 1995.

Racconta il regista:
Non è stato molto saggio andare a vedere Seven ad un primo appuntamento. Primo e ultimo. Le persone citano il momento Sloth, uno shock studiato con molta attenzione… E il finale. C’è sempre un po’ di ansia e aspettativa per i colpi di scena finali. E quello di Seven era interessante. Il pubblico in sala non si aspettava quel finale, e quindi era possibile percepire quando i vari spettatori iniziavano a capire cosa stesse per succedere… Un film in grado di catturare veramente il pubblico. Le persone iniziano a rendersi conto, iniziano ad avere il terrore… “Cosa sta succedendo? Cosa succederà?” Era veramente entusiasmante vedere come alcune persone riuscivano a capire cosa conteneva la scatola prima che ci arrivassero tutti gli altri.”

Oltre a Seven, la lista stilata dal regista riguardo le grandi esperienze in sala, include Gravity, Mad Max: Fury Road, Attrazione fatale, A proposito di Mary, Team America: World Police, South Park: Bigger, Longer, and Uncut, un pesce di nome Wanda, Il silenzio degli innocenti e C’era una volta a… Hollywood.

Nessun Articolo da visualizzare