Patty Jenkins contro lo streaming: “I film sembrano finti”

La regista di Wonder Woman non sembra apprezzare il lavoro delle piattaforme.

Patty Jenkins

Lo scorso Natale il suo Wonder Woman 1984 è stato tra i film principali a essere distribuiti su una piattaforma, nello specifico su HBO Max, ma la regista Patty Jenkins non sembra essere una grande amante di Netflix, Amazon Prime e compagnia. Soprattutto dei film che producono, realizzano e che vengono distribuiti per il mercato casalingo.

Wonder Woman 3 si farà, alla regia ancora Patty Jenkins

“Mi spiace, ma tutti i film che stanno distribuendo i servizi di streaming mi sembrano film finti. Non ne sento parlare, non ne leggo. Non funziona come modello per definire una grandezza da leggenda”, recita la dichiarazione rilasciata durante il CinemaCon di Las Vegas e che è ormai diventata virale.

Gal Gadot sarà Cleopatra in un film diretto da Patty Jenkins

Il ritardo patito dal suo ultimo film, definito “straziante”, deve aver pesato non poco, ma il giudizio suona decisamente come più generale. Almeno per quel che riguarda le produzioni originali dei principali streamer. Una critica non senza fondamento, soprattutto per le differenti modalità di confronto e le totalmente diverse fasi che un titolo del genere presuppone. Che in fondo potrebbe portare a un confronto costruttivo, e che nasce senza dubbio dall’esperienza personale vissuta dalla Jenkins, che non avrebbe mai affidato alle piattaforme di streaming la distribuzione di un suo film, ovviamente destinato alla sala cinematografica.

Nessun Articolo da visualizzare