The Matrix Resurrections, la censura approva l’uscita in Cina

Si discute della data, ma il pubblico attende l'apertura dei cinema.

Dopo alcuni precedenti preoccupanti e le accuse al recente Shang-Chi e la leggenda dei Dieci Anelli, non saranno molti i film di Hollywood a poter contare sugli incassi di un mercato vasto e attento come quello cinese. Un successo quindi quello ottenuto da The Matrix Resurrections, per il quale la censura ha appena approvato l’uscita in sala in Cina.

Shang-Chi, il film Marvel rischia di essere bandito in Cina

Questo quanto riportato dai media di Pechino e dal THR, che ha parlato di “via libera per un’eventuale uscita nelle sale”, dato che il film non ha ancora una data di distribuzione ufficiale. Sicuramente un successo facilmente prevedibile, in termini di botteghino, vista la fame che ha il pubblico locale di blockbuster statunitensi (che non dovrebbero raggiungere gli spettatori cinesi, almeno per i prossimi due mesi) e la passione da sempre dimostrata nei confronti del franchise.

Friends: The Reunion, la Cina censura 6 minuti, tagliati Lady Gaga e Justin Bieber

Che dopo che i primi due capitoli erano stati visti soprattutto attraverso la distribuzione di copie pirata di Matrix (1999) e Matrix Reloaded (2003), nel 2003 ha potuto affollare i cinema – almeno i pochi selezionati, nella capitale – per il terzo Matrix Revolutions.

Il film uscirà negli Stati Uniti il ​​22 dicembre e in Italia sabato 1 gennaio 2022.

Nessun Articolo da visualizzare