Arrow 5: Il produttore parla del nuovo Team Arrow e di Black Canary

Dopo qualche titubanza, alla fine dello scorso episodio Oliver Queen (Stephen Amell) ha acconsentito a reclutare i nuovi vigilanti di Star City perché possano aiutarlo nella lotta contro il crimine e formare un nuovo Team Arrow.

Dopo la richiesta esplicita di Curtis (Echo Kellum) di far parte della squadra, Oliver aprirà le porte anche a Wild Dog (Rick Gonzales) e a Evelyn Sharp (Madison McLaughlin). È facile immaginare come Ollie andrà giù pesante nell’allenamento delle nuove reclute e l’allenamento che proporrà sarà tutto tranne che convenzionale.

Il produttore esecutivo Marc Guggenheim ha voluto rilasciare qualche breve dettaglio su ciò che accadrà, prima dell’episodio di Arrow che andrà in onda questa notte sul canale americano The CW.

Ci divertiremo molto con questi metodi, che abbiamo già inteso come: [Oliver] è davvero molto, molto, molto duro con le persone. Per quel che vale, tutto ciò porta ad alcuni momenti molto divertenti, ma anche a delle grandiose scene d’azione. Nonostante quello che Oliver provi nei confronti della nuova squadra, l’episodio 5×02 sarà più che altro su come Green Arrow e Oliver Queen si sentano a riguardo, saranno due cose diverse. La puntata è incentrata per lo più su come riconciliare le differenze“, ha detto Guggenheim.

Il comportamento di Oliver, come possiamo ben immaginare, sarà dettato anche dal difficile momento che sta passando: dovrà pensare alla sua eredità, in particolare dopo la morte di Laurel, alla quale aveva promesso che Black Canary non sarebbe morta con lei.

“L’eredità è, in un certo senso, parte di ogni episodio. A volte è di fronte ai vostri occhi, altre volte è presente in modo sottile. In generale, questa stagione riguarda Oliver che tenta, come sempre, di evolversi, ma ogni volta che muove un passo in avanti nel suo sviluppo, c’è qualcosa che dal suo passato lo spinge indietro, fino al punto in cui la sua evoluzione come persona è in costante lotta con il suo passato.

Per il produttore, il dilemma interiore del neo sindaco Queen può essere sintetizzato con una domanda: “Oliver potrà mai lasciarsi il passato alle spalle? Oliver crede ogni volta di essersi sviluppato, di essere andato avanti, ma non ce l’ha ancora fatta”.

Come dicevamo precedentemente, nello scorso episodio abbiamo scoperto quali erano state le ultime parole di Laurel, desiderosa di passare la sua eredità a qualcun’altro.

Guggenheim ha commentato: “Chi lo sa, è del tutto possibile“, ha detto il produttore riferendosi ad una nuova Black Canary. “Posso dire che non la vedremo a breve e che non sarà Felicity“.

Il produttore ha dichiarato che, nonostante in molti gli abbiano chiesto se sarà Felicity la nuova eroina, Guggenheim non ha intenzione di renderla una vigilante mascherata.

Durante l’intervista è stato citato anche il nuovo villain della serie, Prometheus, che abbiamo visto fin dal primo episodio. “Prometheus ha come scopo principale quello di far fuori Green Arrow. Non vuole dominare il mondo o prendere il controllo della città. Il suo bersaglio è Green Arrow e lo renderà piuttosto chiaro alla fine del secondo episodio“.

E a proposito di villain e di controllare la città, Tobias Church, anch’egli visto nella premiere sembra essere interessato a tutto ciò: “Sarà l’antagonista principale della prima parte della quinta stagione. Volevamo partire con un altro tipo di cattivo. Tobias ha un piano che capirete poco alla volta ogni settimana. Sarà un climax fino alla fine del primo capitolo della quinta stagione“.

Leggi anche:

• Arrow, Flash, Legends: ecco come reagiranno gli eroi conoscendo Supergirl

• Arrow: l’episodio 5×05 sarà cruciale per gli Olicity

• Colin Donnell: 5 cose che (forse) non sapete

Nessun Articolo da visualizzare