“MISS JULIE”: LA TRAGEDIA GRECA DI LIV ULLMANN

Il dramma con protagonisti Jessica Chastain e Colin Farrell arriva al cinema il 19 novembre

MISS JULIEBandito e censurato in tutta Europa alla fine del diciannovesimo secolo, Miss Julie è stato per lungo tempo considerato un lavoro socialmente e moralmente sovversivo. Nata dal genio del grande drammaturgo svedese August Strindberg, l’opera arriverà al cinema il 19 novembre con l’omonimo film diretto dalla regista norvegese Liv Ullmann. La pellicola descrive una battaglia feroce per il potere e il dominio che si svolge tra la giovane aristocratica Julie e il cameriere di suo padre John. Durante una notte di mezza estate, in un clima di baldoria selvaggia, i vincoli sociali tra i due protagonisti si allentano dando origine a balli, corteggiamenti e manipolazioni reciproche. Questo gioco crudele e compulsivo di seduzione e repulsione mette al centro della scena la coppia formata da Jessica Chastain e Colin Farrell.

MISS JULIEIn questa lotta tra i sessi i due personaggi si attraggono perché hanno personalità diametralmente opposte: lei è altéra e superiore mentre lui ha un atteggiamento garbato ma grezzo. Uniti nel disgusto e nell’attrazione reciproci, i due amanti vivranno una relazione selvaggia ma al tempo stesso tenera, che li condurrà ad elaborare piani disperati per coronare il loro sogno di una vita insieme. Nell’incertezza, infatti, di non sapere se il mattino seguente porterà loro speranza o disperazione, Julie e John trovano un modo per fuggire dalle costrizioni in cui vivono con un atto finale sublime e terribile, come in una tragedia greca.

 Laura Molinari

 Guarda la gallery!

Nessun Articolo da visualizzare