Bling Ring, dopo Sofia Coppola una docu-serie sui ladri di Hollywood

Protagonisti i giovani criminali che derubarono Paris Hilton, Orlando Bloom e Lindsay Lohan

Bling Ring
Bling Ring

Nel 2013 il film di Sofia Coppola era stato scelto per aprire la sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes, oggi la vicenda del Bling Ring torna d’attualità grazie a una docu-serie in tre parti con la quale Channel 4 approfondirà la storia della banda di giovani criminali che imperversò a Hollywood tra il 2008 e il 2009.

Citazioni, riferimenti e “Mood Boards”: come nasce il mondo visionario di Sofia Coppola

Adolescenti di buona famiglia, spesso facoltosi, che si introducevano nelle case delle star più famose per rubarne abiti e gioielli e goderne le comodità. E che tra le loro vittime annoverarono Paris Hilton (più volte), Orlando Bloom, Lindsay Lohan, Brian Austin Green e Megan Fox, come rivelarono l’inchiesta di Vanity Fair e il successivo libro di Nancy Jo Sales.

Portati in televisione nel 2011 nel film tv del network Lifetime, i ladruncoli vennero interpretati sul grande schermo da Emma Watson, Taissa Farmiga e Leslie Mann, tra gli altri. Ma oggi saranno loro in prima persona – alcuni di loro – a raccontare la propria storia, insieme a membri della polizia e altri esperti criminologi.

Jodie Turner-Smith derubata a Cannes dei gioielli di famiglia

“Questa serie offrirà uno sguardo intrigante sulla cultura popolare in un momento in cui reality TV, paparazzi e social media hanno cospirato per creare un nuovo tipo di celebrità”, ha dichiarato Larry Walford, direttore creativo di Double Act Productions. Mentre Jonah Weston, commissioning editor di Channel 4, ha agginto: “è un classico racconto ‘only in Hollywood’ e penso che il pubblico adorerà il mix di celebrità e social media che ha portato a una delle storie poliziesche più famose di sempre”.

Nessun Articolo da visualizzare