Kabir Bedi su Can Yaman: “Sandokan è uno solo!”

La storica Tigre di Mompracem ricorda il suo indimenticabile eroe

Kabir Bedi Sandokan
Kabir Bedi Sandokan

“E’ bravo, ma sarà il pubblico a sentenziare se Can Yaman avrà successo – dichiara Kabir Bedi, prima di proclamare – Di Sandokan ce n’è solo uno!”. Le parole dello storico interprete della Tigre della Malesia, protagonista dell’omonimo sceneggiato tv del 1976, sembrano mostrare un inatteso scetticismo nei confronti dell’attore turco, ma in realtà c’è di più…”.

Can Yaman sarà Sandokan in una nuova serie tv con Luca Argentero

“Ho visto alcune serie di cui è protagonista – continua l’attore indiano riferendosi a Yaman. – Lo trovo bravo, ed avrà sempre più successo, ma a stabilire l’affermazione popolare del nuovo Sandokan sarà esclusivamente il pubblico mondiale. Come avvenne per me, che proprio in virtù di quell’interpretazione fui chiamato anche nel ruolo di antagonista di James Bond“.

Kabir Bedi
Kabir Bedi

Ospite della trasmissione Live from Hollywood, in diretta streaming sui social media e sul sito del Los Angeles, Italia Festival (in programma tra il Chinese Theatre di Hollywood e le piattaforme Eventive.org e Mymovies.it con il sostegno del MiC e di Intesa Sanpaolo, in collaborazione con Iervolino Entertainment, Rai Cinema e Rai Com), l’indimenticabile eroe televisivo ha concluso con un consiglio, non si sa bene rivolto a chi: “Sandokan non può essere ricreato, deve conservare la sua stessa immagine per far sì che possa essere ricordato per sempre”.

Can Yaman si prepara a Sandokan: salti e sciabolate in palestra

Diretta da Sergio Sollima e interpretata anche da Carole André, Philippe Leroy e Adolfo Celi, la miniserie in sei puntate Sandokan venne trasmessa su Rai 1 offrendo al pubblico di allora un emozionante adattamento dei romanzi del ciclo indo-malese di Emilio Salgari.

Nessun Articolo da visualizzare