L’erotismo secondo Demi Moore: il podcast “Dirty Diana”

Demi Moore è protagonista e produttrice del podcast erotico intitolato "Dirty Diana", sei episodi sul sesso e il desiderio sono affrontati in una prospettiva femminile.

Dirty Diana sviscera la storia di un matrimonio al crepuscolo e di come due partner possono ritrovare sintonia con l’impegno e il sesso. È ciò che si ascolta nel podcast con la voce di Demi Moore messo a punto dalla sceneggiatrice e regista Shana Feste.

«Uno dei miei primi lavori da giovane è stato lavorare in un’agenzia di recupero crediti», afferma la Moore a Variety. «Dovevo fare chiamate a persone le cui fatture erano scadute – questo accadeva era quando avevo 14, 15 anni. Avevo già ricevuto commenti all’epoca…».

L’attrice non capiva di cosa si trattasse. «Sapevo che la mia voce era forse un po’ più bassa delle altre. Naturalmente, non pensavo fosse sexy, in qualche modo ce l’avevo nel Dna. Complici anche le Marlboro Rosse che fumavo da adolescente».

Demi Moore non è nuova a esperienze simili. Almeno sul grande schermo: un film su tutti Streaptease dove l’attrice diventa una spogliarellista per non perdere la figlia. Quindi non c’è da meravigliarsi se la regista Shana Feste abbia pensato a lei e alla sua iconica voce roca per il suo nuovo podcast erotico Dirty Diana. Le aspettative sono alte.

Nessun Articolo da visualizzare