33° TORINO FILM FESTIVAL: IL PROGRAMMA UFFICIALE!

The Dressmaker con Kate Winslet, Brooklyn di John Crowley, The Lady in the Van con Maggie Smith, Il sapore del successo con Bradley Cooper, High Rise interpretato da Tom Hiddleston, La felicità è un sistema complesso con Valerio Mastandrea. Una retrospettiva su Orson Welles e l‘Hamlet teatrale con Benedict Cumberbatch; poi tante opere prime e seconde, un’apertura ad effetto e una speciale notte horror: questo e molto altro nel programma del 33º Torino Film Festival!

The Dressmaker
The Dressmaker

Tanti, intensi, colorati i titoli che compongono l’imminente Torino Film Festival, giunto alla 33ª edizione e in programma, sotto l’ombra della Mole, dal 20 al 28 novembre. Pellicole suddivise, come di consuetudine, in diverse sezioni, tra cui Torino 33, Festa Mobile, After Hours, TFFdoc, Italiana.Corti, Onde-OndeArtum, Spazio Torino e, ancora, il TorinoFilmLab, la sezione curata dal direttore artistico Emanuela Martini, ovvero Cose che Verrano e, novità di quest’anno, la categoria Questione di Vita e di Morte, curata da un guest director d’eccezione: Julien Temple. Dunque, un totale di 47 lungometraggi (opere prime e seconde), 20 anteprime internazionali, 8 anteprime europee, 71 anteprime italiane e ben 50 anteprime mondiali.

Il sapore del successo
Il sapore del successo

Durante la presentazione del programma, il Direttore Artistico Emanuela Martini, ha spiegato tutti i tratti focali del Festival, partendo naturalmente dal Concorso e dal nutrito pubblico che ogni anno affolla le proiezioni torinesi. «Il TFF segue molto le opere prime e seconde, con un occhio di riguardo agli esordienti. Tutto dedicato al pubblico, perché a Torino è cresciuto esponenzialmente. È un pubblico pieno: ci sono gli addetti ai lavori, gli appassionati e i cinefili torinesi. Dunque, una realtà variegata ». Prosegue poi la Martini, «Su 15 abbiamo ben 4 quattro film italiani nella Selezione Ufficiale del Concorso. Non ci sono linee in queste opere, non c’è tendenza, non c’è un filo rosso. Però posso sottolineare una cosa, essendoci molte pellicole fatte da giovani: c’è uno sguardo alle radici, con la ricerca delle proprie origine, della propria famiglia ».

Lady in the Van
Lady in the Van

«Quest’anno ci sarà il ventennale del Premio Cipputi e, oltre a quello consueto, ce ne sarà uno speciale a Cristiana Comencini », il Direttore Artistico a proposito dei Premi Speciali e del Guest Direcotr, «Poi, verrà uno dei grandi autori europei, Terence Davies, che ritirerà il Gran Premio Torino. Poi, per quanto riguarda la categoria del Guest Director, mi dispiace che ogni anno cambi, perché il programma di Julien Temple è perfetto! ». Poi, una parola per un regista grande amico del Festival di Torino: «Nicolas Winding Refn verrà a Torino, al volo, solo per presentare Terrore dallo spazio di Mario Bava ». Curiosità del 33 Torino Film Festival saranno le notti nere: «Ci sarà una notte horror, proietteremo February di Osgord Perkins – il figlio di Anthony – e The Girl in The Photograph, l’ultimo film al quale ha lavorato Wes Craven come produttore esecutivo. Ma, comunque, non ci saranno solo horror, in questa categoria. Anzi, molte pellicole sfioreranno il metafisico, l’astratto, l’assurdo ».

Suffragette
Suffragette

Emanuela Martini, in conclusione, rivela anche da chi sarà accompagnato l’atteso film d’apertura: «Siamo contenti che ad aprire ci sarà Suffragette, perché nella storia del cinema non ci sono opere che raccontano di queste straordinarie donne. La pellicola sarà accompagnata dalla regista, Sarah Gravon, e dalla sceneggiatrice Abi Morgan ».

Damiano Panattoni

 

 

 

Dunque, suddiviso per sezioni, andiamo a scoprire il nutrito programma che compone il 33º Torino Film Festival! 

33° TORINO FILM FESTIVAL

  • COLPA DI COMUNISMO di Elisabetta Sgarbi (Italia, 2015, DCP, 86′)
  • COMA di Sara Fattahi (Siria/Libano, 2015, DCP, 97′)
  • COUP DE CHAUD / HEATWAVE di Raphaël Jacoulot (Francia, 2015, DCP, 102′)
  • GOD BLESS THE CHILD di Robert Machoian e Rodrigo Ojeda-Beck (USA, 2015, DCP, 92′)
  • IDEALISTEN / THE IDEALIST di Christina Rosendahl (Danimarca, 2015, DCP, 114′)
  • JOHN FROM di João Nicolau (Portogallo, 2015, DCP, 100′)
  • KEEPER di Guillaume Senez (Belgio/Svizzera/Francia, 2015, DCP, 95′)
  • LES LOUPS / THE WOLVES di Sophie Deraspe (Canada/Francia, 2015, DCP, 107′)
  • MIA MADRE FA L’ATTRICE di Mario Balsamo (Italia, 2015, DCP, 78′)
  • LA PATOTA / PAULINA di Santiago Mitre (Argentina/Brasile/Francia, 2015, DCP, 103′)
  • I RACCONTI DELL’ORSO / THE BEAR TALES di Samuele Sestieri e Olmo Amato (Italia, 2015, DCP, 67′)
  • LO SCAMBIO di Salvo Cuccia (Italia, 2015, DCP, 93′)
  • A SIMPLE GOODBYE di Degena Yun (Cina, 2015, DCP, 100′)
  • SOPLADORA DE HOJAS di Alejandro Iglesias (Messico, 2015, DCP, 96′)
  • THE WAITING ROOM di Igor Drljaca (Canada/Bosnia/Croazia, 2015, DCP, 92′)

FESTA MOBILE

  • Gran Premio Torino SUNSET SONG di Terence Davies (UK/Lussemburgo, 2015, DCP, 135′)
  • DISTANT VOICES, STILL LIVES di Terence Davies (Voci lontane… sempre presenti, UK, 1988, DCP, 85′)
  • ANTONIA di Ferdinando Cito Filomarino (Italia, 2015, DCP, 96′)
  • AS MIL E UMA NOITES / ARABIAN NIGHTS VOLUME 1, O INQUIETO / THE RESTLESS ONE di Miguel Gomes (Portogallo/Francia/Germania, 2015, DCP, 125′) VOLUME 2, O DESOLADO / THE DESOLATE ONE di Miguel Gomes (Portogallo/Francia/Germania, 2015, DCP, 131′) VOLUME 3, O ENCANTADO / THE ENCHANTED ONE di Miguel Gomes (Portogallo/Francia/Germania, 2015, DCP, 126′)
  • BAMBINI NEL TEMPO di Roberto Faenza e Filippo Macelloni (Italia, 2015, DCP, 60′)
  • BORSALINO CITY di Enrica Viola (Italia, 2015, DCP, 79′)
  • BROOKLYN di John Crowley (Irlanda/UK/Canada, 2015, DCP, 111′)
  • BURNT / IL SAPORE DEL SUCCESSO di John Wells (USA, 2015, DCP, 100′)
  • COMOARA / TREASURE di Corneliu Porumboiu (Romania/Francia, 2015, DCP, 89′)
  • THE DRESSMAKER di Jocelyn Moorhouse (Australia, 2015, DCP, 118′)
  • LA FELICITÀ È UN SISTEMA COMPLESSO di Gianni Zanasi (Italia, 2015, DCP, 117′)
  • GIULIETTA DEGLI SPIRITI di Federico Fellini (Italia/Francia, 1965, DCP, 150′)
  • GULDKYSTEN / GOLD COAST di Daniel Dencik (Danimarca/Ghana, 2015, DCP, 114′)
  • HIGH-RISE di Ben Wheatley (UK, 2015, DCP, 112′)
  • HONG KONG TRILOGY: PRESCHOOLED PREOCCUPIED PREPOSTEROUS di Christopher Doyle (Hong Kong, 2015, DCP, 85′)
  • IONA di Scott Graham (UK, 2015, DCP, 90′)
  • JUST JIM di Craig Roberts (UK, 2015, DCP, 84′) J
  • THE LADY IN THE VAN di Nicholas Hytner (UK, 2015, DCP, 104′)
  • LAMB di Ross Partridge (USA, 2015, DCP, 96′)
  • LONDON ROAD di Rufus Norris (UK, 2015, DCP, 91′)
  • LUCE MIA di Lucio Viglierchio (Italia, 2015, DCP, 82′)
  • ME AND EARL AND THE DYING GIRL di Alfonso Gomez-Rejon (USA, 2015, DCP, 105′)
  • THE MEDDLER di Lorene Scafaria (USA, 2015, DCP, 100′)
  • NASTY BABY di Sebastián Silva (USA, 2014, DCP, 100′)
  • NIE YINNIANG / THE ASSASSIN di Hou Hsiao-Hsien (Taiwan/Cina/Hong Kong, 2015, DCP, 104′)
  • OGGI INSIEME DOMANI ANCHE di Antonietta De Lillo (Italia, 2015, Blu-Ray, 88′) D
  • PHANTOM BOY di Jean-Loup Felicioli e Alain Gagnol (Belgio/Francia, 2015, DCP, 84′)
  • POD ELECTRICHESKIMI OBLAKAMI / UNDER ELECTRIC CLOUDS di Alexey German Jr. (Russia/Ucraina/Polonia, 2015, DCP, 130′)
  • PRIMA CHE LA VITA CAMBI NOI di Felice Pesoli (Italia, 2015, Blu-Ray, 80′)
  • LA RÉSISTANCE DE L’AIR / THROUGH THE AIR di Fred Grivois (Francia/Belgio, 2015, DCP, 98′)
  • RITORNO A SPOON RIVER di Nene Grignaffini e Francesco Conversano (Italia, 2015, DCP, 104′)
  • STINKING HEAVEN di Nathan Silver (USA, 2015, DCP, 70′)
  • SUFFRAGETTE di Sarah Gavron (UK, 2015, DCP, 106′)
  • TANGERINE di Sean Baker (USA, 2015, DCP, 88′)
  • TE PROMETO ANARQUÍA / I PROMISE YOU ANARCHY di Julio Hernández Cordón (Messico, 2015, DCP, 88′)
  • TERRORE NELLO SPAZIO / PLANET OF THE VAMPIRES di Mario Bava (Italia/Spagna, 1965, DCP, 88′)
  • TRAGICA ALBA A DONGO di Vittorio Crucillà (Italia, 1950, DCP, 37′)
  • WEST AND SODA di Bruno Bozzetto (Italia, 1965, Blu-Ray, 86′)
  • YA TAYR EL TAYER / THE IDOL di Hany Abu-Assad (UK/Palestina/Qatar/Olanda, 2015, DCP, 100′)
  • HAMLET (UK, 2015, DCP, 210′)
  • MORITURI di Daniele Segre (Italia, 2015, Blu-Ray, 75′)
  • SEXXX di Davide Ferrario (Italia, 2015, DCP, 72′) I
  • STAGE DOOR di Gregory La Cava (Palcoscenico, USA, 1937, 35mm, 92′)

OMAGGIO A ORSON WELLES

  • CITIZEN KANE (Quarto potere, USA, 1941, DCP, 119′)
  • MR. ARKADIN (Rapporto confidenziale, Francia/Spagna/Svizzera, 1955, 35mm, 93′)
  • TOUCH OF EVIL (L’infernale Quinlan, USA, 1958, 35mm, 95′)

PREMIO CIPPUTI ALLA CARRIERA

  • NUOVE TERRE – CASCINA CARLO ALBERTO di Francesca Comencini (Italia, 2015, file, 18′) NUOVE TERRE – ORTO DEI RAGAZZI di Francesca Comencini (Italia, 2015, file, 16′) NUOVE TERRE – TENUTA DELLA MISTICA di Francesca Comencini (Italia, 2015, file, 14′)
  • IN FABBRICA di Francesca Comencini (Italia, 2007, DigiBeta, 73′)
  • Premio Maria Adriana Prolo K di Lorenza Mazzetti (UK, 1953, video, 28′)
  • TOGETHER di Lorenza Mazzetti (UK, 1956, video, 52′)

JULIEN TEMPLE PRESENTA: QUESTIONI DI VITA E DI MORTE

  • THE ECSTASY OF WILKO JOHNSON di Julien Temple (UK, 2015, DCP, 91′)
  • A MATTER OF LIFE AND DEATH di Michael Powell e Emeric Pressburger (Scala al paradiso, UK, 1946, 35mm, 104′)
  • LA BELLE ET LA BÊTE di Jean Cocteau e René Clément (La bella e la bestia, Francia, 1946, DCP, 96′)
  • DET SJUNDE INSEGLET di Ingmar Bergman (Il settimo sigillo, Svezia, 1957, 35mm, 96′)
  • SAYAT NOVA di Sergei Parajanov (Il colore del melograno, URSS, 1969, DCP, 79′)
  • STALKER di Andrei Tarkovsky (URSS, 1980, 35mm, 163′)
  • OIL CITY CONFIDENTIAL di Julien Temple (UK, 2009, DCP, 104′)

AFTEF HOURS

  • BØLGEN / THE WAVE di Roar Uthaug (Norvegia, 2015, DCP, 105′)
  • THE DEVIL’S CANDY di Sean Byrne (USA, 2015, DCP, 90′)
  • EVOLUTION di Lucile Hadzihalilovic (Spagna/Francia, 2015, DCP, 81′)
  • FEBRUARY di Osgood Perkins (USA/Canada, 2015, DCP, 93′)
  • THE FINAL GIRLS di Todd Strauss-Schulson (USA, 2015, DCP, 91′)
  • THE FORBIDDEN ROOM di Guy Maddin e Evan Johnson (Canada, 2015, DCP, 119′)
  • THE GIRL IN THE PHOTOGRAPHS di Nick Simon (USA, 2015, DCP, 95′)
  • THE HALLOW di Corin Hardy (UK, 2015, DCP, 97′)
  • HELLIONS di Bruce McDonald (Canada, 2015, DCP, 80′)
  • KILO TWO BRAVO di Paul Katis (UK, 2015, DCP, 108′)
  • LACE CRATER di Harrison Atkins (USA, 2015, DCP, 83′)
  • LOVE & PEACE di Sion Sono (Giappone, 2015, DCP, 117′)
  • MOONWALKERS di Antoine Bardou-Jacquet (Francia, 2015, DCP, 96′)
  • THE NIGHTMARE di Rodney Ascher (USA, 2015, DCP, 91′)
  • REAL ONI GOKKO / TAG di Sion Sono (Giappone, 2015, HDCam, 85′)
  • SHINJUKU SUWAN / SHINJUKU SWAN di Sion Sono (Giappone, 2015, DCP, 139′)
  • UNS GEHT ES GUT / WE ARE FINE di Henri Steinmetz (Germania, 2015, DCP, 93′) I
  • LA LEGGE DELLA TROMBA (Italia, 1962, 35mm, 85′)
  • IL POTERE (Italia, 1972, 35mm, 82′)
  • AUGUSTO TRETTI: UN RITRATTO di Maurizio Zaccaro (Italia, 1985, 16mm, 30′)

TFFDOC

  • ABDUL & HAMZA di Marko Grba Singh (Serbia, 2015, DCP, 49′)
  • DEAD SLOW AHEAD di Mauro Herce (Spagna/Francia, 2015, DCP, 74′)
  • FI RASSI ROND-POINT di Hassen Ferhani (Algeria/Francia, 2015, DCP, 100′)
  • GIPSOFILA di Margarida Leitão (Portogallo, 2015, DCP, 61′)
  • THE HOST di Miranda Pennell (UK, 2015, DCP, 60′)
  • LI WEN AT EAST LAKE di Luo Li (Cina/Canada, 2015, HDCam, 117′)
  • OÙ EST LA GUERRE di Carmit Harash (Francia, 2015, file, 82′)
  • UN PETIT MORCEAU DE BOIS di Pierre Michelon (Francia, 2015, DCP, 41′)
  • RABO DE PEIXE di Joaquim Pinto e Nuno Leonel (Portogallo, 2015, DCP, 103′)
  • RECOLLECTION di Kamal Aljafari (Germania/Palestina, 2015, DCP, 70′)
  • ZAPLYV / SWIMMERS di Kristina Paustian (Germania/Ungheria/Russia, 2015, DCP, 77′)
  • A SUD DI PAVESE di Matteo Bellizzi (Italia, 2015, DCP, 56′)
  • DUSTUR di Marco Santarelli (Italia, 2015, DCP, 74′)
  • LA GENTE RESTA di Maria Tilli (Italia, 2015, DCP, 62′)
  • IRRAWADDY MON AMOUR di Valeria Testagrossa, Nicola Grignani e Andrea Zambelli (Italia, 2015, DCP, 58′)
  • LAMERICA di Stefano Galli (USA, 2015, DCP, 43′)
  • RINO – LA MIA ASCIA DI GUERRA di Andrea Zambelli (Italia, 2015, DCP, 55′)
  • IL SOLENGO di Alessio Rigo de Righi e Matteo Zoppis (Italia, 2015, DCP, 70′)
  • IL SUCCESSORE di Mattia Epifani (Italia, 2015, DCP, 52′)
  • VINCENZO DA CROSIA di Fabio Mollo (Italia, 2015, DCP, 82′)
  • L’ACCADEMIA DELLE MUSE di José Luis Guerin (Spagna, 2015, DCP, 92′)
  • BLA CINIMA di Lamine Ammar-Khodja (Algeria, 2014, DCP, 82′)
  • A DISTANT EPISODE di Ben Rivers (UK, 2015, 16mm, 20′)
  • ECLIPSE OF USELESS LIGHT di Théo Deliyannis (Grecia, 2015, 16mm, 15′)
  • FLOTEL EUROPA di Vladimir Tomic (Danimarca/Serbia, 2015, file, 70′)
  • JE SUIS LE PEUPLE / I AM THE PEOPLE di Anna Roussillon (Francia, 2014, DCP, 111′)
  • JDP/JLG 1963 – 2012 a cura di Gaël Teicher e Freddy Denaës (Francia, 2012, file, 28′)
  • MÉDITERRANÉE di Jean-Daniel Pollet (Francia, 1963, 35mm, 44′)
  • SHOW ALL THIS TO THE WORLD di Andrea Deaglio (Italia, 2015, file, 55′)
  • LA FRANCE EST NOTRE PATRIE di Rithy Panh (Francia/Cambogia, 2014, HDCam, 75′)
  • MISS CINEMA – ARCHIVIO MOSSINA a cura di Home Movies (Italia, 2015, file, 50′)
  • LETTRE D’UN CINÉASTE di Chantal Akerman (Francia, 1984, video, 8′) CHANTAL AKERMAN PAR CHANTAL AKERMAN di Chantal Akerman (Francia, 1996, video, 64′)

TORINO FILMLAB

  • EVA NOVÁ di Marko Skop (Repubblica Slovacca, 2015, DCP, 106′)
  • INTERRUPTION di Yorgos Zois (Grecia, 2015, DCP, 109′)
  • MOUNTAIN di Yaelle Kayam (Israele/Danimarca, 2015, DCP, 83′)
  • NI LE CIEL NI LA TERRE / THE WAKHAN FRONT di Clément Cogitore (Francia/Belgio, 2015, DCP, 100′)
  • RODINNY FILM / FAMILY FILM di Olmo Omerzu (Repubblica Ceca/Germania/Francia, 2015, DCP, 100′)
  • SOPHELIKOPTERN / THE GARBAGE HELICOPTER di Jonas Selberg Augustsén (Svezia, 2015, DCP, 100′)
  • TIKKUN di Avishai Sivan (Israele, 2015, DCP, 120′)
  • UNDERGROUND FRAGRANCE di Pengfei (Francia/Cina, 2015, DCP, 75′)

Nessun Articolo da visualizzare