Il racconto post-Covid di Salma Hayek: “Avrei preferito morire a casa”

L'attrice rivela una battaglia quasi fatale con il virus.

Salma Hayek
Salma Hayek

A vederla sulla copertina di Variety non lo si immaginerebbe, ma gli ultimi mesi per Salma Hayek sono stati tra i peggiori di sempre. Nell’intervista rilasciata a Marc Malkin, infatti, l’attrice e produttrice rivela una dura battaglia – per fortuna vinta – contro il Covid-19. E un lungo decorso nel quale le sue condizioni di salute erano talmente peggiorate da esser costretta a utilizzare tristemente noti sistemi di respirazione e a rimanere isolata nella sua stanza per circa sette settimane.

Anthony Hopkins festeggia la vittoria agli Oscar ballando con Salma Hayek (VIDEO)

“Il mio medico mi aveva pregato di andare in ospedale, perché la situazione era davvero brutta. Ma gli ho detto di no, che avrei preferito morire a casa”, ha raccontato la cinquantaquattrenne supereroina. Che ha confessato di aver davvero creduto di non farcela a sopravvivere.

La positività risale a una fase iniziale della pandemia, ma la Hayek aveva deciso di tenere nascosta la gravità del momento vissuto fino a questo momento. Affidando ai social, soprattutto un montaggio postato su Instagram a novembre, i tanti tamponi nasali effettuati negli ultimi mesi, sempre con una certa fatica.

Salma Hayek l’Eterna manda in tilt Instagram

Oggi, superato il peggio, tutto è più semplice. Anche grazie al ritorno a una routine lavorativa, sebbene abbia ammesso di non aver ancora recuperato del tutto le energie di prima.

Nonostante questo, come abbiamo visto, ha potuto partecipare alle riprese di House of Gucci. Una esperienza che oggi definisce “facile”, “il lavoro perfetto per tornare sul set – spiega. – Avevo iniziato a fare tanti incontri su Zoom a un certo punto, ma non potevo fare altro, perché mi sarei stancata troppo”.

Salma Hayek sta attualmente preparandosi all’uscita di The Hitman’s Wife’s Bodyguard, il sequel del film d’azione del 2017 previsto per lo scorso agosto e poi rinviato a causa della pandemia. Dopo la diffusione del trailer ufficiale, nel quale è stato confermato che gli eventi seguiranno quelli di quattro anni fa del film con Ryan Reynolds e Samuel L. Jackson, ora si attende la premiere del 16 giugno 2021.

Nessun Articolo da visualizzare