HTGAWM, la Rai risponde alle accuse di censura: “Solo eccesso di pudore”

Da ieri sera i telefili, e non solo, italiani stanno protestando sui social per una discutibile scelta di Rai Due di censurare delle scene di sesso gay tra due dei protagonista di How to Get Away With Murder.
L’hashtag #HTGAWM è entrato in trend topic su Twitter tanto da attirare l’attenzione di Jack Falahee, uno degli attori coinvolti, e Pete Nowalk, ideatore della serie, che hanno commentato l’accaduto.

Durante la giornata la notizia si è diffusa a macchia d’olio anche tra i non appassionati di serie tv e le associazioni lgbt italiane hanno chiesto l’intervento della Commissione di Vigilanza:

La Rai è intervenuta per cercare di spiegare le proprie motivazioni, Ilaria Dallantana, neo vice direttore di rete, ha chiarito così:

“Non c’è stata nessuna censura, semplicemente un eccesso di pudore dovuto alla sensibilità individuale di chi si occupa di confezionare l’edizione delle serie per il prime time. Capisco l’irritazione, ma mi preme far notare che dopo anni e anni di serie esclusivamente poliziesche Rai2 ha cominciato a proporre titoli di diverso contenuto, quali Le regole del delitto perfetto e Jane the Virgin, che tratta di maternità surrogata. Anche queste polemiche ci aiutano a prendere le giuste misure per il futuro. Come dimostrano anche le scelte fatte per i nuovi palinsesti, Rai2 sarà sempre più sensibile alla complessità del mondo contemporaneo”

Le parole della direttrice non sono servite a nulla se non a peggiorare l’ira del web che ha portato #RaiOmofoba in tendenza su Twitter ormai da diverse ore.

Leggi qui per scoprire come ha reagito Jack Falahee