Premi Francesco Pasinetti 2020, scelti Gassman e “Le sorelle Macaluso”

Due premi per “Le sorelle Macaluso” e uno ad Alessandro Gassman: al Lido è già tempo di riconoscimenti. Sono stati resi noti ieri i vincitori (che poi saranno premiati a Roma) dei Premi Francesco Pasinetti 2020, assegnati alla Mostra di Venezia dai Giornalisti Cinematografici SNGCI. Il miglior film è Le sorelle Macaluso di Emma Dante, premiato anche per l’intero cast femminile, mentre Alessandro Gassmann è stato scelto per la migliore interpretazione maschile nell’opera prima di Mauro Mancini Non odiare, in concorso alla SIC – Settimana Internazionale della Critica.

Ad annunciare i nomi è stato il Direttivo del Sindacato che, come sempre, ha scelto i vincitori tra tutti i film italiani presentati nelle diverse sezioni, insieme ai componenti del suo Consiglio Nazionale accreditati alla Mostra. «Si tratta – spiegano – di scelte che confermano, pur di fronte alla qualità e all’originalità delle proposte italiane nelle diverse sezioni (e in particolare nella “rosa” di scelte di Venezia 77), la particolare attenzione che il Sindacato ha scelto di dedicare quest’anno soprattutto al cinema di fiction, anche per sostenere la ripresa del cinema in sala».

In un’edizione difficile, che «la Mostra 77 ha superato con successo nonostante le difficoltà», i giornalisti cinematografici «esprimono un particolare apprezzamento per l’attenzione che la selezione ha riservato quest’anno al cinema del reale». E sottolineano «l’importanza che ancora una volta il Concorso, che mai come quest’anno ha segnalato il talento femminile, abbia accolto l’eccellenza di un grande documentario come Notturno di Gianfranco Rosi e che la Mostra 2020 – fino alla selezione autonoma delle Giornate degli Autori e della Settimana Internazionale della Critica – consegni alla storia di quest’edizione miracolosa un ventaglio di titoli che esprimono un’attenzione speciale alla cronaca e al sociale così come alla memoria del cinema».