Anatomia del miracolo, la figura della Vergine torna protagonista al cinema

Anatomia del miracolo

Dopo Il miracolo, serie tv Sky di Niccolò Ammaniti, i film Troppa Grazia di Gianni Zanasi e L’apparizione di Xavier Giannoli, la figura della Vergine torna a essere protagonista al cinema in Anatomia del miracolo, documentario di Alessandra Celesia presentato in anteprima al Festival di Locarno 2017 e premiato sia alla 54ma edizione del Festival dei Popoli sia con il riconoscimento Les Ètoiles de la Scam (Société Civile des Auteurs Multimedia, l’associazione francese che tutela i diritti dei realizzatori di documentari).

Nella Napoli dei giorni nostri, Anatomia del miracolo ruota attorno alla figura della Madonna dell’Arco, celebre icona mariana con la guancia sinistra tumefatta venerata sulle pendici del Vesuvio, e a tre donne che come lei portano impresse su di sé le ferite della vita: Giusy, una ragazza handicappata e atea, antropologa esperta in culti mariani; Fabianauna transessuale che guida un gruppo di ferventi devoti alla Vergine in un quartiere popolare della città; Sue, una pianista coreana di fama mondiale che vuole dare un nuovo corso alla sua vita e che insegna musica a bambini in difficoltà. Tre donne alla ricerca di se stesse, in attesa di un “miracolo” nelle loro esistenze, specchio di una città che è metafora di un intero Paese.  

Anatomia del miracolo

«Anatomia del miracolo – racconta la regista e sceneggiatrice Alessandra Celesiaè nato come una soap opera senza copione e senza story bord di partenza, dove lasciando spazio allimprovvisazione della vita vera, i personaggi hanno finito per trovare da soli la rotta. Se ha limpianto di una commedia, perché a Napoli non si può sfuggire al genere, è con la freddezza del cinema danese che ho abbordato il soggetto. De Filippo è stato il mio punto di riferimento… Se poi sono riuscita a portare un podi Chekhov nei dialoghi sospesi e nei silenzi, i miei sogni nel cassetto sarebbero definitivamente esauditi».

Il film sarà in sala dal 13 novembre per un tour di proiezioni che seguirà questo calendario. A tutte le proiezioni, esclusa quella di Matera, interverrà la regista.

13/11 Cinema Beltrade, Milano
14/11 Nuovo Cinema Aquila, Roma
15/ 11 Nuova Luce, Urbino
16/11 Cinema Orione, Bologna
19/11 Cinema Don Bosco, Genova
20/11 Cinema Massimo, Torino
20/ 11 Cinema Il Piccolo, Matera
21/11 Cinema Verdi, Candelo (Biella)
22/11 Cinema Sereno, Brescia
23/11 Arci Movie, Napoli