A Londra va in scena in 9 titoli il Cinema Made in Italy

Londra si tinge di tricolore con un festival ormai attesissimo: la nona edizione di Cinema Made in Italy va di scena dal 26 febbraio al 3 marzo al Ciné Lumière di South Kensington. Questi sei giorni densi d’appuntamenti propongono nove pellicole tra le più apprezzate della nostra storia recente, presentate direttamente dai loro protagonisti e cineasti per chiudersi con l’omaggio a Bernardo Bertolucci e la proiezione de Il conformista.

L’evento, organizzato dall’Istituto Luce-Cinecittà con l’aiuto del’Istituto di Cultura Italiana a Londra (l’agenzia per la promozione della nostra lingua e cultura in Inghilterra e Galles), celebra una selezione ad opera di Adrian Wootton, CEO della British Film Commission.

Elena Sofia Ricci introduce Loro di Paolo Sorrentino (il 26 febbraio), Valeria Golino presenta il suo secondo lavoro dietro la macchina da presa, Euforia, il giorno dopo, mentre il 28 è il turno dei registi Valerio Mieli per Ricordi? con Luca Marinelli e Gianni Zanasi per Troppa grazia. Il 1° marzo Duccio Chiarini racconta il suo L’ospite mentre l’attore Jacopo Cullin accompagna il pubblico nel mondo de L’uomo che comprò la luna. La sera successiva è il turno di Bonifacio Angius con il suo Ovunque proteggimi mentre Paolo Virzì fa un tuffo nel passato grazie a Notti magiche. A chiudere la rassegna ci pensa l’attore Alessandro Piavani che il 3 condivide le emozioni di Saremo giovani e bellissimi.

Un affresco lungo una settimana, quindi, che dipinge un’Italia cinematografica dinamica, graffiante e curiosa per portarla al pubblico al di là della Manica e celebrarne la magia.

Alessandra De Tommasi