Eyes, il corto ispirato al brutale pestaggio di Niccolò Ciatti

«Quando ho sentito la notizia di Niccolò Ciatti ad Agosto 2017 sono rimasta sconvolta, non solo per la brutalità di chi che lo ha pestato a morte, ma soprattutto per la non reazione delle persone presenti”. Il violento fatto di cronaca ha spinto così la giovane attrice Maria Laura Moraci a realizzare il cortometraggio EYES, nato da un’idea di Elisa Fois, Francesca Aledda e la stessa Moraci.

Eyes: la sinossi del corto di Maria Laura Moraci

Personaggi di diversa età, etnia ed estrazione sociale, ingabbiati in una società frenetica incline alla violenza e al consumismo. In scena 30 attori, di cui 28 ad occhi chiusi per indicare l’indifferenza e la superficialità che ci trascinano sempre più a guardare senza vedere veramente. Ognuno infatti, vivendo il proprio quotidiano nell’indifferenza, è indotto per inerzia ed abitudine, a continuare a vivere in quello stato di impassibilità, anche il più tragico degli eventi. E’ il caso dei nostri protagonisti, che inizialmente si mostrano freddi e distaccati a delle grida disperate di aiuto, e poi, grazie proprio alla loro insistenza, ne saranno scossi e (s)coinvolti. Infatti, una volta risvegliate le loro coscienze, sarà squarciato il velo mistificatore della realtà, e uniti e senza più alcun indugio, riusciranno finalmente ad agire.

Maria Laura Moraci in Eyes

Dopo essere stato selezionato per numerosi festival italiani e internazionali, come Il MIFF – Milan International Film Festival, il Roma Cinema DOC, il PIFF – Pordenone International Film Fest, il Barcelona Planet Film Festival, e aver vinto il premio come Miglior Regista Donna al Los Angeles Independent Film Festival Awards e il premio eccezionale al Berlin Flash Film Festival, questo progetto, realizzato con passione e coraggio, sta continuando la sua scalata. E il 10 Maggio sarà presentato in anteprima a Roma al cinema Apollo Undici, prima del film Comunismo Futuro di Andrea Gropplero. 

Eyes: la fotografia pop di Daniele Ciprì

L’estetica pop di EYES fa da cornice ad una visione moderna e realistica della realtà che si vive ogni giorno nelle grandi città, come nel piccolo paese di provincia. La società di oggi, sembra dire il corto, è frastornata dai rumori, sedotta dalle tentazioni superficiali, distratta da una televisione trash dedita a formare menti vuote e cuori aridi. Per non parlare della dipendenza dalla tecnologia e dai social network che minaccia l’idea stessa di comunicazione. Moraci riesce a cogliere la natura dell’indifferenza che è diventata uno dei mali dell’epoca moderna, con persone via via più isolate in luoghi sempre più affollati.

I protagonisti di questo cortometraggio, la cui fotografia è curata da Daniele Ciprì, formano un gruppo eterogeneo attraverso il quale la regista coinvolge diverse classi sociali e generazioni, tutte allo stesso modo responsabili. Elisa Fois, Francesca Aledda, Adriana Papana, Alessandro Frontino, Francesco Vesprini, Sara Budoni, Sara Schifani, Griscelly Kathina, Alessandra Viti, insieme alla Moraci compongono un cast indovinato.

Una scena del cortometraggio EYES

Eyes: ispirato a fatti di cronaca

Nel mese in cui ho scritto il corto ci sono state ben tre aggressioni a Napoli, ma come riportano le notizie del TG3 che ho inserito nel corto, nessuno è intervenuto, né durante né dopo le aggressioni, e nessuno testimonia e aiuta gli inquirenti per le indagini”, ha spiegato la regista che nella parte finale del corto lascia spazio al materiale di repertorio. Eyes incuriosisce lo spettatore grazie ad un soggetto essenziale ma denso di un messaggio importante a livello sociale e umano.

Di seguito potete vedere il trailer di Eyes, concesso in esclusiva a CIAK. Buona visione!

EYES – Il trailer in esclusiva