Ficarra e Picone raccontano Il Primo Natale: «Indietro nel tempo, alla nascita di Gesù»

Il Primo Natale con Ficarra e Picone. Il titolo del film è anche la notizia: la coppia comica ha deciso di affrontare la sfida di uscire in sala nel periodo delle feste. «Il Natale è un appuntamento importante per il pubblico, ma volevamo fare una cosa diversa che non fosse la solita storia con Babbo Natale e le renne», ha spiegato Ficarra, «per questo siamo tornati alle origini per raccontare il compleanno di Gesù, con situazioni comiche ma anche momenti per riflettere».

Il Primo Natale esce al cinema il 12 dicembre e non teme la concorrenza, neanche quella con Matteo Garrone: «Io ho già prenotato i biglietti, il 25 e il 26 dicembre vado a vedere il mio film, se vuole venire anche Pinocchio io sono contento, basta che non copra lo schermo con il naso», ha scherzato Picone alla presentazione della pellicola alla stampa. La storia è quella di Salvo e Valentino, un ladro e un prete, che si ritrovano a fare un viaggio nel tempo, fino all’Anno Zero, pochi giorni prima che Maria dia alla luce Gesù.

Tornati indietro al primo Natale della storia, avranno a che fare con tanti personaggi tra cui un inedito Erode interpretato da Massimo Popolizio. Il modello è quindi quello dell’avventura in un’altra epoca storica, molto popolare nella commedia, da Totò e Cleopatra a Non ci resta che piangere con Benigni e Troisi, passando per i viaggi nel tempo di Villaggio e Boldi e De Sica.

Il film è stato girato tra Italia e Marocco, in sole 10 settimane con un costo importante, 11 milioni di euro. «L’abbiamo scritto, diretto e interpretato. Poco mancava che facessimo anche il catering – ha scherzato Ficarra – per fortuna per il soggetto e la sceneggiatura avevamo accanto Fabrizio Testini , con noi fin dai tempi di Il 7 e l’8, e Nicola Guaglianone. Siamo una squadra collaudata».

Per Ficarra e Picone è il nono film insieme e il sesto alla regia. «Nel 2020 festeggiamo 25 anni di carriera. Ormai il nostro è un matrimonio a tutti gli effetti», hanno detto in conferenza stampa. «Ci concediamo un anno di festeggiamenti che comincerà il 12 con l’uscita in sala del del Primo Natale e terminerà l’anno prossimo con un nostro tour nei teatri».

Maria Teresa Squillaci