1986 – BUON COMPLEANNO CIAK! – LE MIGLIORI COPERTINE DELL’ANNO

Chi erano i protagonisti delle copertine di Ciak nel 1986? Scopriamolo nella nostra nuova rubrica dedicata ai 35 anni del magazine!

Un anno di grazia per il cinema, italiano e di Hollywood. Il 1986 sforna blockbuster come Top Gun, che lancia Tom Cruise nell’Olimpo delle star più amate, e Nove settimane e ½, con Kim Basinger nuovo sogno erotico internazionale, ma anche perle come Velluto Blu, Figli di un dio minore, Hannah e la sue sorelle, Mission, Il nome della Rosa, oltre a Platoon che però arriverà nelle nostre sale soltanto l’anno successivo.

Ciak dedica il suo primo numero ai novant’anni appena compiuti dalla grande scoperta dei Lumière, poi si sposta su vecchi e nuovi miti. Come Pettinari Oscar, immortale protagonista di Troppo Forte che Carlo Verdone scrive insieme all’amico e maestro Sergio Leone, con il contributo di Alberto Sordi.

Mario Monicelli arriva in sala con uno dei suoi capolavori assoluti, Speriamo che sia femmina: dominerà i premi italiani, conquistando pure la prima edizione dei Ciak d’oro: miglior film, migliore attrice protagonista a una gloriosa Giuliana De Sio e quello per la migliore attrice non protagonista ad Athina Cenci.

Mentre a Venezia la critica si esalta per Regalo di Natale, uno dei più preziosi gioielli di Pupi Avati, con il grande Carlo delle Piane che si porta a casa la Coppa Volpi.

Al botteghino in Italia volano Rambo II (uscito a dicembre ’85) e Rocky IV (nelle nostre sale in tempo per un “romantico” San Valentino). Anche per questo Ciak consegna una cover al rivale di Stallone negli action movies: Schwarzenegger, dopo Conan e Predator, diventa “Arnold il magnifico” per l’arrivo di Codice Magnum.

Agli Oscar viene celebrata La mia Africa, vincitrice di sette statuette tra cui miglior film e miglior regia per Sydney Pollack. Meryl Streep, candidata ma rimasta a mani vuote (il premio va a Geraldine Page per In viaggio verso Bountiful), è pazzesca nei panni di Karen Blixen e l’intesa con Robert Redford vale alla coppia cult una perfetta cover di Ciak.

La merita senza dubbio anche Paul Newman che quell’anno riceve l’Oscar alla Carriera per “le sue innumerevoli, memorabili e irresistibili interpretazioni, per la sua integrità personale e la dedizione alla sua arte”. La cover di dicembre è tutta per Roberto Benigni versione Zio d’America: reduce da Tuttobenigni di Giuseppe Bertolucci, era infatti arrivato a Cannes con il delizioso Daunbailò, scritto e diretto dal genio a stelle e strisce Jim Jarmush.

Qui la galleria delle copertine: