6 cose che forse non sapete su Caterina Scorsone

1. E’ canadese e anche sua sorella è un’attrice.

Caterina Scorsone è nata a Toronto, in Canada. Ama la sua città e ne sente la mancanza in ogni suo aspetto. “Sono una fan di Toronto. La amavo già quando ci abitavo, ma ho potuto apprezzarla del tutto solo quando l’ho lasciata”, ha infatti dichiarato. “Mi piace tornarci appena posso.” La Scorsone, poi, ha lì una famiglia piuttosto allargata: è infatti la terza di cinque figli. Anche sua sorella Francesca è entrata nel mondo dello spettacolo come attrice, recitando in svariati film per la TV (come ad esempio Code Name: Eternity e A Gift of Love: The Daniel Huffman Story) e in alcune serie (come Odyssey 5). Alle due è capitato anche di lavorare insieme in Canada: sono infatti apparse nel film My Horrible Year! e hanno condiviso un episodio della serie Missing.

2. L’inizio della sua carriera.

Il percorso lavorativo di Caterina ha avuto inizio quando aveva soltanto otto anni: a quell’età, infatti, ha preso parte allo show canadese per bambini Mr. Dressup. Anche lei come sua sorella è apparsa in moltissimi film per la TV e per due anni ha lavorato nella serie Piccoli Brividi! Prima di arrivare a Private Practice ha avuto un assaggio del mondo delle serie grazia a Missing, dove per ben tre stagioni ha interpretato Jess Mastriani. E’ apparsa anche in Crash, The Border e The Guard ed è stata Alice nella miniserie del 2009 che riproponeva la storia di Alice in Wonderland

3. E’ stato Eric Stoltz a proporla a Shonda Rhimes.

Il nome di Eric Stoltz potrebbe non suonarvi nuovo. D’altra parte l’attore e regista statunitense ha una lunga carriera alle spalle: lo abbiamo visto, solo per citarne alcuni, in Pulp Fiction, The Buttefly Effect, Non per soldi ma per amore, Dietro la maschera e Fuori di testa. Il caso ha voluto che si trovasse a lavorare con una giovanissima Scorsone proprio in My Horrible Year! e che sia rimasto colpito dal suo talento. Anni dopo ha scelto di proporla a Shonda Rhimes per il suo cast. Un fatto curioso: lo stesso Eric ha recitato in 3 episodi della quinta stagione della serie e ne ha diretti altri due! 

4. Anche lei piange guardando Grey’s Anatomy.

Molti fan di Grey’s Anatomy si sentiranno capiti da Caterina Scorsone. L’attrice ha dichiarato di essere molto sensibile quando guarda le puntate della serie e che spesso le capita di piangere per ciò che accade nello show della Rhimes. Quando le è stato chiesto quale serie TV la emozionasse più delle altre ha infatti risposto risposto Grey’s Anatomy. “Si ride, ci si emoziona per le situazioni romantiche e si piange e riconsidera tutta la propria vita, in ogni episodio. Non c’è un momento in cui queste cose non accadono in Grey’s Anatomy”, ha detto.

5. Si è appassionata alla medicina.

Durante un’intervista è stato scherzosamente chiesto alla Scorsone se, dopo due serie medical, si sentisse in grado di fare diagnosi ai suoi amici. Ovviamente la risposta è stata no, ma l’attrice ha ammesso che Grey’s Anatomy ha influenzato molto i suoi gusti. Quando ha cominciato a seguirlo da spettatrice ha addirittura creduto di voler diventare una dottoressa. “Sono andata ad una serie di lezioni facoltative di medicina e alla fine ho capito: non volevo essere un dottore… ma essere in Grey’s Anatomy.” Alla fine sembra che il suo sogno si sia avverato! A parte questo ha sviluppato una vera passione per la medicina e la scienza grazie alla serie: legge spesso contenuti riguardanti gli studi sul cervello. Ha ammesso che le serve anche a capire meglio il mondo visto con gli occhi di Amelia.

6. Viaggia per staccare dal lavoro.

Caterina ha un modo tutto suo per riprendersi dopo il lavoro: viaggiare. “Faccio dei lunghi viaggi. Ecco come torno ad essere me stessa. Credo che Amelia sia un personaggio piuttosto intenso e richiede molte energie. Quindi per scrollarmene di dosso il peso e tornare alla mia personalità mi aiuta andare via e scoprire nuove cose, vedere un po’ il mondo.” Di sicuro la Shepherd non ha un caratterino facile e non è neppure molto fortunata. Per calarsi nella parte bene come fa l’attrice ci vuole molto impegno, ma la sua soluzione per recuperare la carica non è niente male, no? 

Sapevate già tutto di Caterina Scorsone

– Grey’s Anatomy: promo, trama e stills dalla 13×05

– 7 cose che forse non sapete su Matt Bomer

– Colin Donnell: 5 cose che (forse) non sapete