Box office: primo Bohemian Rhapsody, ottimo risultato per Santiago, Italia di Nanni Moretti

Non si ferma la lunga corsa di Bohemian Rhapsody che, anche nel fine settimana 13-16 dicembre, domina alla grande il box office. Il bio/musical su Freddie Mercury fra giovedì e domenica ha raccolto oltre 2,4 milioni di euro e portato il proprio totale ampiamente oltre i 15 milioni, risultato difficilmente pronosticabile considerato lo scarso generale gradimento del pubblico italiano nei confronti dei film musicali.

Il risultato complessivo del fine settimana è tuttavia in calo rispetto ai precedenti week end, ma, più che la fisiologica flessione che si registra in questo periodo per la concorrenza della corsa al regalo, nel caso specifico a determinare la diminuzione di presenze e incassi è stato il modesto risultato ottenuto dai nuovi titoli in uscita. Il fantasy Macchine mortali ha rastrellato 748 mila euro, nonostante le 455 copie in programmazione; Il testimone invisibile 659 mila con 425 schermi occupati. Fra le novità, nel rapporto incasso/copie in programmazione, il risultato migliore è stato quello de Un piccolo favore 730 mila euro con 299 schermi occupati. In ogni caso meglio di nuovi film ha fatto Il Grinch che, benché sia alla terza settimana di programmazione, è stato il secondo miglior incasso del fine settimana con 721 mila euro e un totale arrivato a 4,5 milioni.

Il Testimone Invisibile

Nella top ten settimanale, oltre a Il testimone invisibile, si segnalano altre due presenze italiane: Se son rose, 483 mila euro nel week end e 3,8 milioni in totale, maggior incasso stagionale per una produzione nazionale e Santiago, Italia 127 mila euro fra giovedì e domenica e 303 mila in undici giorni; buon risultato per un film di genere documentario.