BOX OFFICE USA: DEBUTTO-BOOM PER “IL LIBRO DELLA GIUNGLA”

La Disney rispolvera l’evergreen della letteratura per ragazzi Il libro della giungla di Kipling e fa subito il botto al botteghino. Nelle mani di Jon Favreau (regista di Iron Man e Iron Man 2), il remake in live-action della pellicola d’animazione del 1967 incassa al debutto la bellezza di 103.5 milioni di dollari. Distribuito in oltre 4000 sale (tra 2D, 3D, IMAX e IMAX 3D), Il libro della giungla ha fatto registrare uno dei migliori esordi di sempre per il mese di aprile su suolo nordamericano (solo Fast & Furious 7 ha fatto meglio con 147.1 milioni guadagnati al primo weekend) e con un Cinemascore A+ non faticherà ad affermarsi come uno dei più grandi incassi della stagione. Fuori dagli Usa, invece, è già a 290 milioni e l’annuncio del sequel da parte dei vertici della Disney dimostra come si punti a creare un nuovo, inarrestabile franchise.

Ottimo esordio in seconda posizione, anche se a cifre decisamente inferiori rispetto al film che occupa la prima posizione, per La bottega del barbiere 3. Ice Cube ritorna nei panni del barbiere Calvin Palmer a 12 anni di distanza dal capitolo numero due e il film incassa 20.2 milioni di dollari (esordio assolutamente in linea con i precedenti episodi). Calo più brusco del previsto per la comedy The Boss che, appena una settimana fa, aveva battuto Batman V Superman. Il film con Melissa McCarthy scivola in terza posizione con 10.1 milioni e 40 totali. Per la prima volta, dopo quattro settimane di distribuzione, è fuori dal podio Batman V Superman: Dawn of Justice. Il cinecomic Warner Bross. ha incassato 9 milioni per 311.3 casalinghi e 827 in tutto il mondo. Punto di pareggio (fissato a 800 milioni) ampiamente superato ma l’obiettivo del miliardo di dollari, con ogni probabilità, non verrà raggiunto.

A metà classifica un altro film Disney: il divertente cartoon Zootropolis con 8.2 milioni e 307 totali (882 worldwide). Al sesto posto un’altra new entry: Criminal. L’action-thriller di Ariel Vromen è una gran parata di stelle (Kevin Costner, Gary Oldman, Tommy Lee Jones, Ryan Reynolds e Gal Gadot) che, però, non ha convinto il pubblico (5.9 milioni al primo weekend). Settima posizione per Il mio grosso grasso matrimonio greco 2 con 3.2 milioni, 52 casalinghi e quasi 80 in tutto il mondo. Ottava e nona piazza sono occupate da due film a sfondo religioso: Miracles from Heaven (1.9 milioni e 56.9 totali) e God’s Not Dead 2 (1.7 milioni e 17 complessivi). Chiude la top-ten Eye in the Sky con 1.5 milioni e 13 globali.
Da segnalare, inoltre, che 10 Cloverfield Lane (che a breve sarà anche nei cinema italiani) ha abbattuto il muro dei 100 milioni in tutto il mondo.

Daniele Pugliese