Box office Usa: “Justice League” vince ma non troppo

“Uniti si vince” recita una delle tagline di Justice League e, in effetti, il kolossal della Warner, con i suoi 93 milioni di $, ha vinto il weekend, ma è stato un successo? Non del tutto, visto che il blockbuster di Zack Snyder (realizzato con lo zampino di Joss Whedon) ha fatto registrare l’esordio più basso per un film del DCEU. A rendere la situazione più “drammatica” il Cinemascore B+ (non un ottimo biglietto da visita per chi ancora il film deve andare a vederlo) e il fatto che con questo cinecomic dal budget elevatissimo (si parla di 300 milioni di $), la Warner non sia minimamente riuscita a diminuire il gap che ha nei confronti dei rivali della Marvel (i due Avengers, nel 2012 e 2015, esordirono rispettivamente con 207 e 191 milioni di $). La situazione può dirsi addirittura peggiorata dal momento che Snyder con Justice League ha avuto la possibilità di mettere in campo tutti i pezzi da novanta dell’universo DC (Batman, Superman, Wonder Woman, Flash, Aquaman). Nonostante il buon impatto sul mercato internazionale (185 milioni per 281.5 complessivi), possiamo dire che, salvo incredibili rimonte, anche stavolta per la WB/DC Entertainment l’appuntamento con il miliardo di $ è rimandato al prossimo film…

Inaspettato secondo posto per Wonder, tratto dall’omonimo romanzo di R.J. Palacio. Il dramma con il piccolo Jacob Tremblay e la star Julia Roberts ha incassato 27 milioni di $ e la Lionsgate gongola grazie al Cinemascore A+ (garanzia di ottimi profitti per le settimane a venire).

Tiene ancora bene Thor: Ragnarok, ora terzo con 21.7 milioni di $ e 247 totali. Il film più visto della trilogia sul dio nordico del tuono è a 738 milioni worldwide.

Nell’affollato mercato cinematografico di queste ultime settimane, si ritagliano un discreto spazio la comedy Daddy’s Home 2 (quarto con 14.8 milioni e 50 totali) e il thriller-giallo Assassinio sull’Orient Express (quinto con 13.8 milioni, 51 casalinghi e 148 in tutto il mondo).

Debutta al sesto posto con 10 milioni di $ Gli eroi del Natale, film d’animazione della Sony/Columbia realizzato con soli 20 milioni. Bad Moms 2-Mamme molto più cattive è settimo con 6.8 milioni e 51 totali (77 internazionali). Ottava e nona posizione sono occupate da due film sorprendenti: Lady Bird (2.5 milioni e 4 totali) e Tre manifesti a Ebbing, Missouri (1.1 milioni). Entrambe le pellicole sono riuscite a scalare la classifica nonostante una risicata distribuzione in sala (238 cinema per Lady Bird e appena 53 per Tre manifesti a Ebbing, Missouri) facendo registrare medie per sala da record (10.630 per il primo e 21.038 per il secondo). Chiude la top-ten l’horror Saw: Legacy con 1 milione (36 casalinghi e 88 totali).