BOX OFFICE USA: TESTA A TESTA FRA “INTERSTELLAR” E “BIG HERO 6”

Come nelle previsioni, le due nuove uscite della settimana, Interstellar e Big Hero 6, hanno dominato il weekend lasciando le briciole a tutti gli altri. Il film di Christopher Nolan e il cartoon Disney ispirato all’omonimo fumetto Marvel sono stati i protagonisti di un avvincente testa a testa che ha visto trionfare, con 56.2 milioni di dollari (79 in tutto il mondo), il film d’animazione diretto da Don Hall e Chris Williams. Ma analizziamo la situazione nel dettaglio: Big Hero 6, uscito venerdì in 3.761 sale, ha potuto contare, grazie alla durata di 108 minuti contro i 169 del film di Nolan, su un maggior numero di proiezioni rispetto ad Interstellar e sul 3D (con conseguente sovrapprezzo del biglietto). Il kolossal sci-fi di Chris Nolan, che ha richiesto un immane sforzo produttivo (per sostenere i costi di produzione che si aggirano sui 165 milioni di dollari, marketing escluso, si sono associate la Sincopy Films, la Paramount Pictures, la Warner Bros. e la Legendary Pictures), invece, è uscito mercoledì in 3.561 sale anche in formato 70mm e IMAX ma senza 3D, e il risultato dopo 5 giorni di corsa è stato di 52.1 milioni di dollari (132 worldwide). Un esito assolutamente positivo che, tuttavia, non ha eguagliato i 62 milioni incassati al weekend d’esordio da Inception (2010), il precedente sci-fi del cineasta inglese.

Risale al terzo posto Gone Girl-L’amore bugiardo, che con i 6.1 milioni incassati negli ultimi tre giorni arriva a 145 in patria e 303 in tutto il mondo. Buona anche la tenuta dell’horror Ouija che racimola altri 6 milioni per un quarto posto da 43 milioni di $. St. Vincent guadagna due posizioni e si piazza al quinto posto (5.7 milioni e quasi 30 milioni complessivi) precedendo, nell’ordine, Lo sciacallo-Nightcrawler (brusco calo con 5.5 e 20 totali), Fury (5.5 e 69 globali) e John Wick ( 4 milioni che portano l’ammontare complessivo a 34). Chiudono la top ten la commedia con Steve Carell e Jennifer Garner Alexander and the Terrible, Horrible, No Good, Very Bad Day (3.4 milioni e 60 milioni solo sfiorati) e Il Libro della Vita (2.8 milioni e 45 complessivi). La teoria del tutto, biopic sul famoso fisico Stephen Hawking con un bravissimo Eddie Redmayne, ha guadagnato 207mila dollari al suo esordio con una distribuzione limitatissima (è presente in sole 5 sale).

                                                                                                                                      Daniele Pugliese