#Cinemadacasa, le facciate dei palazzi diventano maxi schermi

L'iniziativa promossa da Alice nella Città invita ad aprire le finestre e proiettare sui muri delle case le sequenze senza audio dei film preferiti

Il cinema unisce, anche a distanza. E se le sale sono chiuse, le facciate dei palazzi si trasformano in mega schermi per proiettare i film che più amiamo, nella speranza che, presto, torneremo a vederli al cinema. Si chiama #Cinemadacasa l’iniziativa promossa da Alice nella Città, la sezione parallela e autonoma della Festa del cinema di Roma.

Ogni sera l’appuntamento è alle ore 22 per delle proiezioni molto ‘speciali’. I muri dei palazzi, oltre i quali interi nuclei famigliari restano chiusi per contrastare la diffusione del coronavirus, si trasformeranno in un enorme schermo per i lungometraggi che più ci hanno appassionato.

Un flash-mob cinematografico partito da Roma e che ora si sta diffondendo in tante città d’Italia. Il meccanismo è facile:

Se si ha in casa un videoproiettore, basta aprire le finestre e proiettare le sequenze senza audio dei film.

Se non si ha il videoproiettore, si possono suggerire i film attraverso i canali social di Alice nella Città che provvederà poi a proiettarli (qui maggiori dettagli). Dopodiché si condividono le immagini delle nostre finestre nei diversi luoghi delle città.

View this post on Instagram

Da #CinemaDaCasa per stasera è tutto. A domani.

A post shared by Alice nella Città (@alicenellacitta) on