“Citizen Penn”, il documentario su Sean Penn tra Haiti e Coronavirus

Il documentario racconta non solo l’attività di beneficenza dell’attore ad Haiti ma anche del Coronavirus e di come intende rendere più accessibili i test negli USA durante la pandemia.

Il titolo è un chiaro riferimento a Citizen Kane/Quarto potere di Orson Welles.

Citizen Penn è però il documentario dedicato all’attore Sean Penn diretto da Don Hardy Jr.

Il lungometraggio, che doveva essere proiettato in anteprima questo aprile al Tribeca Festival, rimandato a causa della pandemia da Coronavirus, si incentra sull’attività di beneficenza di Penn nell’isola di Haiti.

Il due volte premio Oscar come Miglior attore protagonista (nel 2004 per Mystic River e nel 2009 per Milk) si è infatti impegnato in prima persona per aiutare la popolazione dopo il devastante terremoto del 2010.

Le immagini verranno montante nei titoli di coda del documentario Citizen Penn, insieme a una canzone originale, Eden: To Find Love, scritta da Linda Perry ed eseguita addirittura da Bono Vox in persona.

«Abbiamo approfittato dell’ulteriore tempo a disposizione -, ha detto il regista Don Hardy, – il che ci ha permesso di mostrare il modo in cui Sean e la sua organizzazione si sono organizzati per i test del Covid». Non mancheranno polemiche su Donald Trump rispetto alla sua politica adottata per affrontare la pandemia.