DARIO ARGENTO: «IL REMAKE DI “SUSPIRIA”? UN’OPERAZIONE COMMERCIALE »

Sequel, ritorni sullo schermo, versioni restaurate: c’è ancora molto da scoprire sul cinema di Dario Argento. L’ha raccontato lui stesso al Trieste Science+Fiction Festival, dove ha presentato Zombie di George Romero, che uscirà in una nuova edizione home video dal 17 novembre. A febbraio invece tornerà al cinema Suspiria, in versione restaurata 4K, proprio mentre Luca Guadagnino sta girando il remake all star con Chloë Grace Moretz, Dakota Johnson e Tilda Swinton. «Cosa penso del remake? Non è molto utile, credo sia essenzialmente un’operazione commerciale», ha commentato Argento. «Finora nessuno mi ha detto niente. Adesso Luca Guadagnino mi ha cercato e mi ha chiesto se la prossima settimana posso andare sul set a vedere come lo sta girando. Sono un po’ curioso, ma penso che non dirò nulla, sarò un testimone muto». E sta per tornare in home video anche 4 mosche di velluto grigio, il 22 novembre: «Di questo sono molto contento. Il film è stato un momento importante nella mia carriera, una svolta rispetto al cinema fatto fino ad allora. E anche un film molto personale, quasi autobiografico, quasi un’auto-seduta dallo psicanalista, anche se me ne sono accorto dopo». Del resto, Argento ha sempre dichiarato di avere un “doppio”: «Sono due i “Dari” che girano per il mondo. C’è quello che fa la vita normale, e quello che scrive, dirige e tenta di spiegare i suoi film. I due Dari si conoscono poco, si vedono ogni tanto».

Il “Dario creativo”, però, al momento è attivissimo: sta preparando una serie tv ispirata al libro Suspiria De Profundis di Thomas de Quincey. «È ambientato a Londra nel 1840, uno spaccato del mondo a quell’epoca. Lo stiamo realizzando con Cattleya e una casa di produzione americana. Ho fatto il piano del progetto, che prevedere una prima serie di 12 episodi, e altrettanti per la seconda. Io dovrei dirigere un paio di puntate». E medita di tornare all’opera lirica: «Vorrei mettere in scena Giro di vite di Henry James: forse ci riuscirò a novembre prossimo al Teatro di Genova. Poi mi avevano chiesto la regia di un Otello, ma tra tutti questi impegni probabilmente non ci starà». Anche perché a febbraio cominciano le riprese di Sandman, con Iggy Pop confermato nel cast.