Francesco Scianna, l’arte dell’attore a Dietro le quinte

Francesco Sacianna

Cosa vuol dire fare l’attore, trovare la chiave giusta per un personaggio, indossare i suoi sentimenti oppure solo farsene interprete per trasmetterli al pubblico? L’ha spiegato Francesco Scianna nel terzo appuntamento di DIETRO LE QUINTE – Il Film dall’idea all’uscita in sala, il ciclo organizzato da OffiCine (un progetto IED- Anteo) che offre la possibilità di lavorare a tu per tu anche con tanti altri protagonisti del cinema, come Gabriele Salvatores, lo sceneggiatore Francesco Piccolo, il direttore della fotografia Italo Petriccione.

L’attore di Baaria e Latin Lover, che da qualche anno ha inaugurato una carriera hollywoodiana in particolare nei nuovi kolossal come Ben-Hur di Timur Bekmambetov e Maria Maddalena di Garth Davis (al cinema dal 15 marzo) con Rooney Mara e Joaquin Phoenix, ha tenuto con gli studenti del corso un vero e proprio laboratorio scegliendo e analizzando alcune sequenze di film chiave come Shame di Steve McQueen con Michael Fassbender e La vita di Adèle di Abdellatif Kechiche.

I prossimi appuntamenti del corso Dietro le quinte, che si terranno tutti nell’Auditorium Visibilia nella sede della redazione di Ciak, sono:

15 marzo – La Direzione della Fotografia: Italo Petriccione 

22 marzo – La Regia: Gabriele Salvatores – Luca Malavasi

29 marzo – La Distribuzione: Lorenzo Ardicini (CG Entertainment)

5 aprile – La Recensione e la Critica: Alessandra De Luca  (Ciak /Avvenire)