Globi d’Oro 2020: tutti i vincitori da Favino a Bruni Tedeschi

Trionfano i film "Favolacce" e "Volevo Nascondermi". Miglior attore Pierfrancesco Favino ("Hammamet"), miglior attrice Valeria Bruni Tedeschi ("Aspromonte"). A Paolo Sorrentino il premio della miglior serie tv per The New Pope.

Pierfrancesco Favino - Hammamet

Si è conclusa la 60.ma edizione dei Globi D’Oro, i giornalisti della stampa estera accreditati in Italia hanno emesso i loro verdetti. Il comitato del premio, presieduto da Alina Trabattoni di Eurovision e Claudio Lavanga di NBC News, ha spiegato con queste parole il senso di questa scelta: «Non c’è posto migliore delle sale cinematografiche per celebrare il cinema italiano, soprattutto in un momento difficile come questo. Speriamo che aver fatto entrare per primi, nelle sale chiuse durante il lockdown, i protagonisti del cinema italiano sia di buon auspicio per il futuro».

Dopo l’Orso alla Berlinale i 5 Nastri d’ArgentoFavolacce continua a raccogliere premi. Il film dei Fratelli D’Innocenzo si aggiudica il globo d’oro per la miglior regia e miglior sceneggiatura. I premi sono stati consegnati al cinema 4 Fontane è i gemelli più talentuosi di casa nostra hanno reso omaggio alla location: «Questo è un cinema che amiamo tantissimo, è come fosse un parente, siamo onorati di celebrarlo con questo premio. Scoprire come questo film sia stato riconosciuto da chi appartiene ad altre culture, riuscendo a connettersi con i temi in senso universale, è per noi motivo di grande soddisfazione».

Per i giornalisti stranieri accreditati in Italia il miglior film è Volevo Nascondermi, la toccante biografia di Antonio Ligabue firmata da Giorgio Diritti che vede Elio Germano nei panni del noto pittore. Diritti ha ringraziato con queste parole i giornalisti: «È un grande onore ricevere questo riconoscimento che ha un enorme valore nel nostro paese e all’estero. Questo premio ha senso che sia anche una buona occasione per far ripartire il cinema, io lo sento come un segno per tutti quanti, come me, amano il cinema e amano calarsi nel silenzio per condividere un sogno, un’immaginazione, un’esperienza».

Grazie alla sua interpretazione di Bettino Craxi in HammametPierfrancesco Favino vince il Globo come miglior attore. Favino ha ricevuto il riconoscimento presso la sala Greenwich a Testaccio e ha motivato così la scelta: «Ho scelto questo cinema perché è il cinema del mio quartiere, non vedo l’ora che cadano queste distanze, queste barriere, e che si torni a dire ‘zitti!’ nel buio della sala, gomito a gomito».

Tra le attrici Valeria Bruni Tedeschi, premiata come la migliore per Aspromonte di Mimmo Calopresti: «Questo premio è stata una bella sorpresa, il film di Mimmo Calopresti lo trovo bellissimo: la nostra amicizia è fondamentale per me e questo Globo d’Oro è come un albero sul nostro cammino. Il premio è un riconoscimento, essere premiati è come ricevere delle carezze, è come incontrarsi, e per me il cinema è prima di tutto l’incontro».

Per la categoria serie tv a trionfare è The New Pope di Paolo Sorrentino. I nove episodi della serie ambientata in Vaticano con Jude Law e John Malkovich hanno conquistato il cuore dei giornalisti stranieri. «I premi sono una gratificazione al proprio ego e ogni tanto ci vuole. Ho scelto di fare questo lavoro proprio perché non si doveva mandare nessun messaggio, io sono un intrattenitore…», ha commentato il regista napoletano.

Globi d’oro 2020 tutti i vincitori
Ecco l’elenco completo dei premiati alla 60.ma edizione dei riconoscimenti dei giornalisti stranieri accreditati in Italia.

  • Miglior Film – Volevo Nascondermi
  • Miglior attore Pierfrancesco Favino – Hammamet
  • Miglior attrice Valeria Bruni Tedeschi – Aspromonte
  • Migliore regia Damiano e Fabio D’Innocenzo – Favolacce
  • Migliore sceneggiatura Damiano e Fabio D’Innocenzo – Favolacce
  • Miglior Commedia Tolo Tolo
  • Miglior Fotografia Matteo Cocco – Volevo nascondermi
  • Miglior Serie TV The New Pope
  • Miglior opera prima Picciridda di Paolo Licata
  • Miglior Cortometraggio L’amore oltre il tempo
  • Miglior documentario Vulnerabile bellezza
  • Miglior Colonna Sonora  Pericle Odierna – Picciridda
  • Premio alla carriera a Sandra Milo
  • Globo come Giovane Promessa Virginia Apicella – Nevia
  • Gran Premio della Stampa Estera Carlo Poggioli