I KOLOSSAL DEL FUTURO: “GODZILLA VS KONG”, “DIE HARD YEAR ONE” E “ALITA: BATTLE ANGEL”

Da Godzilla vs Kong ad Alita: Battle Angel, passando per un nuovo Die Hard. Warner e Fox sono pronte a tornare, nei prossimi anni, protagoniste dei botteghini con quelli che si preannunciano kolossal molto interessanti

Dopo aver assistito, in questo 2015, ai trionfi della Universal Pictures con Jurassic World e Fast & Furious 7 e a quelli dei Marvel Studios con Avengers: Age of Ultron e Ant-Man, Warner Bros. e Fox sono pronte a tornare, nei prossimi anni, protagoniste dei botteghini con alcuni kolossal molto interessanti. La Warner, che ha vissuto un vero e proprio Annus Horribilis con i tonfi di Jupiter-Il destino dell’universo, Operazione U.N.C.L.E. e Pan, ha ufficialmente annunciato (oltre ai già noti film del DC Extended Universe e agli spin-off di Harry Potter) il cross-over tra Godzilla e King Kong per il 2020. Godzilla vs Kong sarà la conclusione di una “Fase 1” iniziata con Godzilla nel 2014 e che proseguirà con Kong: Skull Island (10 marzo 2017) e Godzilla 2 (8 giugno 2018).

Die HardLa Fox, invece, ha annunciato di aver stretto un accordo con la Lightstorm Entertainment di James Cameron e Jon Landau per portare sul grande schermo il manga giapponese Alita l’angelo della battaglia di Yukito Kishiro. Alita: Battle Angel sarà un film incredibilmente epico e spettacolare che Cameron svilupperà assieme a Robert Rodriguez incaricato della regia. La major, inoltre, ha annunciato di voler rilanciare il franchise di Die Hard (Un buon giorno per morire ha fatto registrare, negli Usa, l’incasso più basso della pentalogia) con un sesto film (Die Hard Year One) che sarà prequel, sequel e reboot della saga. Lo studio avrebbe già preso contatti con Len Wiseman (già regista di Die Hard-Vivere o morire) e con il produttore Lorenzo Di Bonaventura per sviluppare la pellicola. L’idea (molto simile a quella che ha caratterizzato Il Padrino-Parte II, ma anche pellicole più recenti come Looper) è quella di mostrare un doppio John McClane, quello dei giorni nostri (ovviamente interpretato da Bruce Willis) e quello del passato (il giovane McClane semplice poliziotto nella rude NY di fine anni Settanta). Nessun nome è ancora circolato per il ruolo del giovane sbirro yankee, ma se il film dovesse andare nella maniera voluta dallo studio allora è probabile che il franchise continui con il nuovo John per almeno un’altra trilogia e senza Willis (che ha già sessant’anni e ha più volte dichiarato di essersi stancato dei ruoli da action-hero).

Daniele Pugliese