Incontri in Alto Adige: l’industria fa il punto sui cambiamenti del cinema

Produttori e broadcaster, sceneggiatori e finanziatori, tutti provenienti da Italia, Austria, Germania e Svizzera, si sono dati appuntamento anche quest’anno in Alto Adige, a Scena, per fare il punto sui modelli di finanziamento europei, nazionali e regionali, le sfide e le opportunità offerte da Netflix, i nuovi modelli di business imposti dall’arrivo di nuove piattaforme VOD (Disney, Apple, WarnerMedia, Comcast NBC Universal, pronti a lanciare i loro servizi streaming), il futuro della distribuzione cinematografica, mai così in crisi come in quest’ultimo anno, la necessità di lavorare meglio e più a lungo sullo sviluppo delle sceneggiature, i possibili scenari per video e tv nel prossimo decennio.

Giunto alla nona edizione, INCONTRI, tre giorni di panel e conferenze organizzati da IDM Alto Adige, ha fatto il punto dal 13 al 15 marzo sui grandi e inarrestabili cambiamenti dell’industria dell’audiovisivo avvenuti negli ultimi mesi. L’età dell’oro per la serialità e i contenuti originali delle nuove piattaforme porteranno alla morte della sala cinematografica? E quali potrebbero essere invece le possibili strategie per rilanciarle trasformando radicalmente il loro ruolo?

Per discutere dei tanti argomenti in agenda hanno raggiunto Scena, tra gli altri, Kai Finke per Netflix, Andrea Occhipinti per Lucky Red, Dirk Schurhoff per Beta Cinema, Klaus Bohm per Deloitte Consulting, Paola Malanga per Rai Cinema, Alfonso Cometti per Mediaset, Sabine de Mardt per Gaumont Germania.

Ivan Cotroneo, sceneggiatore, regista, produttore, scrittore e musicista, reduce dal successo televisivo de La compagnia del cigno, è stato protagonista di un incontro dal titolo From page to screen – The miracle of creative vision, per poi raggiungere il panel Time is money is quality – What Needs to Change in Script Development, dove la sceneggiatrice tedesca Marianne Wendt ha parlato del manifesto “Kontract 18” firmato in Germania da oltre duecento sceneggiatori decisi a rivendicare i propri diritti nel processo creativo di un film.

I produttori Marta Donzelli, Vivo Film, e Philipp Kreuzer, Maze Pictures, hanno invece presentato il nuovo film di Abel Ferrara, Siberia, interpretato da Willem Dafoe, finanziato da IDM Film Fund & Commission e girato tra il Sud Tirolo e la Bavaria.

Racconti, laboratorio di scrittura rivolto a sceneggiatori professionisti che vogliono sviluppare progetti e affinare le loro capacità con l’aiuto di esperti e colleghi provenienti da diversi paesi, ha presentato poi i due progetti della settima edizione, la “Writer’s Room” che ha sviluppato il concept per una serie tv dal titolo Treeline e il Digital Think Tank, che ha dato vita a ben dieci progetti per il digitale.

Inoltre, per il side-kick-event “Focus!” rivolto a produttori indipendenti e rappresentanti dei finanziamenti, sono intervenuti Birgit Oberkofler, Head of Film Fund & Commission IDM, Alessia Sonaglioni, Project Manager Eurimages, Kristin Holst, Funding Consultant FFA, Cristina Priarone, Ceo Roma Lazio Film Commission, Andrea Spagna, Marketing, Brand and Business Development, Cinecittà Luce.

Per prima volta infine INCONTRI ha ulteriormente allargato i propri orizzonti oltre l’industria dell’audiovisivo ospitando un incontro con Susanne Randal, candidata a diventare la prima astronauta tedesca in missione nello spazio.