#Iorestoinsala: dal 26 maggio il cinema a casa

Oltre 70 cinema in giro per l'Italia per un totale finora di 170 schermi danno vita a questa iniziativa

La Storia è fatta di date e domenica 23 febbraio 2020 è una data che rimarrà nella storia: è il giorno in cui la luce degli schermi cinematografici si è spenta, assieme al fascio luminoso dei proiettori. Niente più locandine, strilli, anteprime, ospiti, presentazioni, tappeti rossi o prime visioni. Solo il buio. Ma ora, in attesa di notizie certe sulla riapertura dei cinema, è arrivato il momento di consegnare alla memoria un’altra data: quella di una piccola/grande rivoluzione sotto il segno dell’imprenditoria culturale.

Un gruppo di esercenti (71, in questo momento) con la collaborazione di un gruppo di distributori ha infatti immaginato un nuovo orizzonte per le sale cinematografiche e per la proposta legata ai film di qualità. Una proposta che difenda la cultura del cinema in sala e si proietti, al tempo stesso, nel futuro, anche attraverso il web. L’idea può sembrare utopistica, forse, ma si basa su una missione concreta: portare avanti lo storico legame tra i cinema e i propri spettatori anche in questo momento di black out, superando l’antinomia atavica tra le sale e il web.

Ed ecco, quindi, dal 26 maggio #iorestoinSALA: un progetto di cinema partecipato, una realtà, dove il cinema non si trasferisce sulla rete ma dove la rete diventa il cinema.Anzi: diventa la sala. Decine e decine di sale, quante sono le città che aderiscono al progetto e che si vorranno, via via, aggiungere. Nuovi schermi online, dove godersi classici, nuove visioni di tutti i generi e tanto cinema d’autore. Perché il cinema senza i cinema non può esistere. E quando i cinema “fisici” verranno riaperti, #iorestoinSALA rappresenterà un completamento, un valore aggiunto, un’opportunità per vivere ancora di più il cinema.

Con #IorestoInSala, ogni cinema coinvolto curerà le proprie programmazioni, come si fa con una sala ‘fisica’. Proprio come in una sala reale, si fisseranno le proiezioni (che si potranno anche commentare in chat con gli altri spettatori) in orari precisi.Tra le prime visioni che arriveranno, Favolacce dei Fratelli D’Innocenzo, Orso d’Argento 2020 (il 26 maggio i due registi saranno anche intervistati da Paolo Mereghetti); Tornare di Cristina Comencini (intervistata da Gianni Canova insieme alla produttrice Cristiana Mainardi il 28 maggio); Memorie di un assassino di Oscar Bong Joon-ho, premio Oscar per Parasite; il gioiello animato La famosa invasione degli orsi in Sicilia di Lorenzo Mattotti.