James Franco: trovato un accordo con le studentesse che lo accusavano di violenza sessuale

L'attore avrebbe stipulato un accordo con le due studentesse che gli hanno fatto causa nel 2019

James Franco ha siglato un accordo extragiudiziale con Sarah Tither-Kaplan e Toni Gaal, le sue due ex studentesse che lo avevano accusato di “comportamenti sessualmente inappropriati” in cambio di ruoli particolari nei suoi progetti.

Secondo quanto riportato in un documento depositato presso la Corte Superiore di Los Angeles alcuni giorni fa, le studentesse e attrici hanno accettato di lasciar cadere le loro accuse contro Franco e la sua Playhouyse West Studio 4, desistendo, per ora, dal proseguire con l’azione legale.

Secondo la causa, indetta nel 2019, James Franco e i suoi soci, Vince Jolivette e Jay Davis, si approfittavano delle giovani aspiranti attrici della scuola di recitazione Studio 4 con filiali a New York e Los Angeles, offrendo loro parti in film mai realizzati o usciti. In cambio di questi  ruoli “speciali”, sostengono le due, Franco le intimava a spogliarsi davanti a lui e ai suoi amici come contropartita per i trattamenti di riguardo all’interno della scuola.

Grazie a questo accordo, seppur provvisorio, le accuse cadrebbero senza pregiudizio, anche se potrebbero essere nuovamente presentate davanti a una Corte in futuro. Per ora tuttavia James Franco sembra essere fuori dall’occhio del ciclone.