Le prime foto di Marcello Fonte, Valeria Bruni Tedeschi e Sergio Rubini in Aspromonte La terra degli ultimi

La vita dura dell’entroterra calabrese negli anni ’50, fra abbandono e speranza, rivive  nelle prime foto di ASPROMONTE La terra degli ultimi , il nuovo film di Mimmo Calopresti con Valeria Bruni Tedeschi, Marcello Fonte, Francesco ColellaMarco Leonardi e Sergio Rubini. Il film sarà proiettato il 2 luglio in anteprima come Evento Speciale al Taormina Film Fest, nel  Teatro antico di Taormina.

MarcelloFonte e Valeria Bruni Tedeschi
[email protected]

Il film è ambientato ad Africo, un paesino arroccato nella valle dell’Aspromonte calabrese, alla fine degli anni ’50, dove una donna muore di parto perché il dottore non riesce ad arrivare in tempo e perché non esiste una strada di collegamento.

Gli uomini, esasperati dallo stato di abbandono, vanno a protestare dal sindaco. Ottengono la promessa di un medico, ma nel frattempo, capeggiati da Peppe, decidono di unirsi e costruire loro stessi una strada. Tutti, compresi i bambini, abbandonano le occupazioni abituali per realizzare l’opera.

Giulia, la nuova maestra elementare, viene dal Nord, e vuole insegnare l’italiano “se Africo entrerà nel mondo grazie alla strada, i ragazzi dovranno conoscerlo prima, imparando a leggere e a scrivere”. Ma per il brigante Don Totò, quello che detta la vera legge, Africo non può diventare davvero un paese ‘italiano’…

ASPROMONTE La terra degli ultimi è un western atipico sulla fine di un mondo e sul sogno di cambiare il corso degli eventi grazie alla voglia di riscatto di un popolo. Dichiara il regista Mimmo Calopresti: «Il Sud è da sempre luogo geografico e luogo dell’animaInferno e paradiso, cronaca e favola. Così è questo film. Africo è in Europa, e ci ricorda cosa, solo un secolo fa, poteva essere la nostra terra, ma in quanto sud assomiglia nei suoi sogni e nelle sue sconfitte, più che al nostro continente, a tutti i luoghi ai margini del mondo. Ancora vivi, ancora presenti, ancora disperatamente alla ricerca di un futuro, alla porte dell’Europa

Il film è una produzione Italian International Film con Rai Cinema, prodotto da Fulvio e Federica Lucisano, scritto daMimmo Calopresti con Monica Zapelli, già autrice de I cento Passi, con la collaborazione di Fulvio Lucisano tratto dall’opera letteraria di Pietro Criaco “Via dall’Aspromonte” (Rubettino Editore).