Midnight in Paris – 5 curiosità sul film di Woody Allen

Cinque curiosità sulla pellicola con protagonisti Owen Wilson, Rachel McAdams, Marion Cotillard e Adrien Brody

L’11 maggio del 2011 Midnight in Paris di Woody Allen apriva la 64esima edizione del festival di Cannes.

La pellicola ha come protagonista Gil (Owen Wilson), sceneggiatore di successo che, stanco della vita e del mondo di Hollywood, va in vacanza a Parigi per trovare l’ispirazione necessaria a completare il suo primo romanzo. Una sera, mentre passeggia da solo, si trova improvvisamente catapultato nella Parigi degli anni ’20 e conosce gli scrittori Francis Scott Fitzgerald e Ernest Hemingway, i pittori e registi Salvador Dalí, Luis Buñuel, Pablo Picasso, Man Ray e tanti altri artisti che hanno vissuto nella capitale francese in quel periodo. Dopo aver vissuto esperienze indimenticabili e nuovi amori, tornerà nell’epoca contemporanea, consapevole che l’idealizzazione del passato è un vizio degli esseri umani in tutte le epoche.

Nel cast, oltre a Owen Wilson, troviamo Rachel McAdams, Marion Cotillard e Adrien Brody, oltre che un piccolo cameo di Carla Bruni, al tempo Première Dame di Francia, che interpreta una guida del museo Rodin.

Ecco per voi 5 curiosità legate alla pellicola:

Woody Allen vs Academy Awards

Midnight in Paris si aggiudicò un premio Oscar per la miglior sceneggiatura originale a Woody Allen a fronte di 4 nomination (miglior regia a Woody Allen, Miglior film a Letty Aronson e Stephen Tenenbaum e Migliore scenografia a Anne Seibel e Hélène Dubreuil). Nonostante le numerose nomination, Woody Allen decise di non partecipare alla notte degli Oscar, confermando la sua riluttanza ad apparire all’evento. Il regista non otteneva tanti riconoscimenti dai tempi di “Pallottole su Broadway” (1994), film premiato con sette nomination all’Oscar e una statuetta per la migliore attrice non protagonista (Dianne Wiest).

L’ingaggio di Tom Hiddleston con una missiva

Tom Hiddleston veste i panni dello scrittore Francis Scott Fitzgerald. L’attore, celebre interprete di Loki nella saga di Thor, ha raccontato di aver ricevuto una lettera di tre righe da Woody Allen insieme a quindici pagine della sceneggiatura in cui il regista gli chiedeva di prendere parte al film. “Caro Tom – recitava la missiva – sto per girare un film a Parigi quest’estate, ho allegato alcune pagine, mi piacerebbe che tu interpretassi il ruolo di Scott.” Hiddleston ha rivelato di aver incorniciato la lettera e di esporla come una reliquia nel suo studio di casa.

Il botteghino sorride

Midnight in Paris è il film di Woody Allen che ha incassato di più. Si tratta dell’incasso d’esordio più elevato dei film del regista in Italia, dove ha fruttato oltre 2 milioni di euro in appena tre giorni. In totale il film ha incassato 56.817.045 dollari in patria e 94.302.174 dollari nel resto del mondo, per un incasso totale di 151.119.219 dollari.

Galeotta fu la stretta di mano

Nel film ci sarebbe dovuta essere anche l’attrice francese Audrey Fleurot. Il primo giorno di riprese, però, la Fleurot fece un ‘errore’ che pagò caro: tentò, inutilmente, di salutare e stringere la mano al Woody Allen. Il regista newyorkese, notoriamente diffidente nei confronti degli approcci non richiesti, non solo rifiutò il gesto, ma decise di tagliare praticamente tutte le scene in cui era presente l’attrice transalpina. Alla faccia della ripicca!

Vive l’amour

Cupido ha colpito con le sua frecce due dei protagonisti del film. Durante le riprese infatti è nata la relazione sentimentale tra Rachel McAdams (Inez) e Michael Sheen (Paul). I due sono stati insieme due anni fino al febbraio 2013. Dal 2016 la McAdams è legata allo sceneggiatore Jamie Linden, dal quale nel 2018 ha avuto un figlio.