OMAGGIO A GIAN LUIGI RONDI

Rai Movie renderà omaggio al critico cinematografico Gian Luigi Rondi, scomparso il 22 settembre 2016, trasmettendo il documentario Gian Luigi Rondi: Vita, cinema, passione di Giorgio Treves.

L’appuntamento è per sabato 24 settembre alle 09.55. Presentato alla 71esima Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, il film ripercorre le vicende del ‘900 in Italia e il parallelo percorso del cinema nel nostro Paese, attraverso i ricordi, gli aneddoti e le rivelazioni di Gian Luigi Rondi. L’uomo cominciò la sua carriera sulle colonne de Il Tempo nel 1947 come critico cinematografico, attività cui negli anni ha affiancato quelle di docente universitario e di sceneggiatore per registi come Pabst, Mankiewicz e René Clair. Curatore e membro della giuria nei principali Festival cinematografici internazionali, Rondi ha legato il proprio nome alla Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, dal 1971 come commissario della Biennale e come direttore della rassegna dal 1983 al 1987. Fondamentale la sua incessante attività di promozione del cinema italiano, specialmente a livello politico, che si concretizza soprattutto nei David di Donatello, pensati per essere «il Premio Oscar del cinema italiano» celebrando gli artisti più conosciuti e affermati e tenendo alta l’attenzione sui film prodotti sul suolo nazionale. Accanto a Rondi, il documentario si avvale delle testimonianze dei protagonisti della scena cinematografica, da Gina Lollobrigida ai Fratelli Taviani, da Ettore Scola a Carlo Lizzani, Francesco Rosi e Margarethe Von Trotta.