I 5 personaggi maschili iconici del 2018 al cinema

Da Hugh Jackman ballerino alla trasformazione di Rami Malek in Freddie Mercury: 5 personaggi maschili che quest’anno ci hanno insegnato molto

HUGH JACKMAN IN THE GREATEST SHOWMAN

Canta, balla, fa il mattatore: Hugh Jackman è davvero il più grande showman nel musical di Michael Gracey, dove interpreta Phineas Taylor Barnum, il fondatore del mitico circo, irresistibile affabulatore che anticipò i tempi dimostrando sotto il suo tendone come ciascuno, con le sue diversità, possa essere speciale.

RAMI MALEK IN BOHEMIAN RHAPSODY

Emulare Freddie Mercury, il leader dei Queen? Impossibile. Ma nonostante i dentoni prostetici troppo evidenti e il fisico meno imponente, Rami Malek ha spinto sul mimetismo e ha messo a segno uno dei personaggi iconici di quest’anno al cinema: Bohemian Rhapsody è il film più visto in Italia nel 2018.

Rami Malek nei panni di Freddie Mercury in Bohemian Rapsody

MARCELLO FONTE IN DOGMAN

La povertà nell’infanzia, i tanti lavori per sbarcare il lunario, una manciata di ruoli minori al cinema. Infine, con Matteo Garrone, la grande occasione: la vera fiaba di riscatto del 2018 è quella di Marcello Fonte che, straordinario nei panni di un uomo mite che impara la violenza per ribellarsi in Dogman, ha vinto la Palma d’Oro come miglior attore a Cannes.

Marcello Fonte

ALESSANDRO BORGHI IN SULLA MIA PELLE  E NAPOLI VELATA

Il torace scheletrico, la pelle viola dilividi: il corpo simbolo del 2018 è quello di Alessandro Borghi nel ruolo di Stefano Cucchi in Sulla mia pelle. Ma Borghi è l’attore dell’anno anche per Napoli velata di Ferzan Ozpetek, in un doppio ruolo denso di mistero.

CHADWICK BOSEMAN IN BLACK PANTHER

Il supereroe black che mancava.Pantera Nera di Chadwick Boseman conquista la critica e il box office: è il film che ha incassato di più nel mondo nel 2018, con 1 miliardo e 300 milioni di dollari.