Rimandato il Festival di Cannes 2020

La 73esima edizione della manifestazione non si svolgerà dal 12 al 23 maggio come previsto. Si pensa a uno slittamento a fine giugno

Alla fine anche Cannes ha dovuto cedere. La 73esima edizione del Festival è stata rimandata a causa del coronavirus. Non si svolgerà più a maggio, come previsto, e si pensa a uno slittamento in piena estate.

La scelta è stata comunicata con questa nota pubblicata sul sito della manifestazione: “Oggi abbiamo preso la decisione seguente: il Festival di Cannes non si potrà svolgere nelle date previste, dal 12 al 23 maggio prossimo. Sono allo studio varie ipotesi al fine di preservare lo svolgimento. La principale è un semplice spostamento a fine giugno, inizio luglio 2020. Non appena la situazione sanitaria francese e internazionale ci permetterà di valutare la possibilità reale faremo conoscere la nostra decisione, nel quadro della concertazione attualmente in corso con lo stato e la città di Cannes, oltre che con il consiglio d’amministrazione del festival, i professionisti del cinema e l’insieme dei partner della manifestazione. Detto questo, il Festival di Cannes unisce la sua voce a tutte quelle che domandano con fermezza che ciascuna e ciascuno rispetti le indicazioni di restare in casa e dia prova di solidarietà in questi momenti difficili per il mondo intero.” Firmato, la squadra del Festival di Cannes.

La notizia era largamente attesa, eppure gli organizzatori, fino all’ultimo, si sono mostrati sicuri di poter andare avanti.

“Nonostante alcuni titoli a sensazione, non c’è alcun elemento nuovo rispetto al festival”: scriveva l’account twitter ufficiale di Cannes 73 il 14 marzo. E anche sul sito, oltre all’annuncio della conferenza stampa della selezione il 16 aprile, c’era un countdown che scandiva i giorni all’apertura.

Ora, come riporta l’ANSA, il rischio è quello di un effetto domino sugli altri festival, primo fra tutti Venezia, le cui date quest’anno dal 2 al 12 settembre sembrano mettere al riparo la Mostra. “Noi lavoriamo alla selezione come un’annata normale, per quanto consapevoli di quello che ci accade. Da qui a settembre immaginiamo non solo per noi il festival ma per il cinema e il mondo che il virus sia regredito”, dice all’ANSA il direttore Alberto Barbera.

Rimandato il Festival di Cannes 2020, il tweet: