Venezia 77, al via anche la XVII edizione delle Giornate degli Autori

Le Giornate degli Autori si apriranno con il film franco/algerino "Cigare au miel"

In viaggio con le coraggiose Giornate degli Autori
“Coraggio” è la parola chiave di queste Giornate degli Autori. Film che parlano di «coraggio o mancanza di coraggio» (sottolinea la Direttrice Artistica Gaia Furrer) e di connessioni oltre gli isolamenti, come quello del lockdown: non a caso c’è anche il viaggio come ulteriore filo rosso. Viaggi attraverso cui le GdA valorizzano, per il Delegato Generale Giorgio Gosetti, la loro «vocazione internazionale», all’insegna, secondo il Presidente Andrea Purgatori, di «esplorazione e sperimentazione». Le connessioni sono anche tra le arti, come dimostrano i titoli delle Notti Veneziane, fra musica e teatro, nella nuova cornice (dalla collaborazione con Isola Edipo) dell’Isola degli Autori.

Emanuele Bucci

 

SELEZIONE UFFICIALE
IN CONCORSO
CIGARE AU MIEL (HONEY CIGAR)
Film di apertura, opera prima.
Francia/Algeria, 2020, Regia Kamir Aïnouz, Interpreti Zoé Adjani, Amira Casar, Lyès Salem, Louis Perez, Durata 100’

La diciassettenne Selma (Zoé Adjani, figlia di Eric Adjani, nipote di Isabelle Adjani, ha esordito nella commedia Cerise del 2015) vive a Parigi nel 1993, con la sua famiglia berbera, borghese e laica. Quando incontra Julien (Lyès Salem, vincitore nel 2004 del César per il cortometraggio Cousines, da lui scritto, diretto e interpretato) e ne è attratta, si rende conto per la prima volta di come le severe regole della famiglia patriarcale influiscano sulla sua intimità. Mentre l’islamismo assume il controllo del paese di origine e la famiglia si sgretola, Selma sente il desiderio di resistere e combattere, iniziando un percorso di crescita per diventare una donna libera.

Oscar Cosulich